AGROPOLI SPORT

L’ORGANO TECNICO VITTORIO DE SIMONE FERMA L’ARBITRO DI AGROPOLI-VIRTUS AVELLINO STRIAMO DI SALERNO

 

L’organo tecnico Vittorio De Simone in tribuna ad Agropoli mentre osserva l’arbitro Striamo Di Salerno,in basso mentre prende appunti per la prestazione dello scadente fischietto 

Parole di fuoco quelle pronunciate dall’organo tecnico Vittorio De Simone dette   davanti a più persone sullo stadio Guariglia e non solo in tribuna ma anche davanti agli spogliatoi.Sponsorizzato da almeno una decina di tesserati tra dirigenti e colleghi arbitri che lo hanno accompagnato da Salerno ad Agropoli  Striamo ha messo in imbarazzo  l’intera categoria arbitrale mettendo fuori una prestazione vergognosa come possono dimostrare le immagini ed evidenziando  di non essere all’altezza e mettendo in difficoltà  il gruppo di colleghi  di Salerno arrivati con lui.Proprio nella sezione di Salerno  i malumori sono evidenti per i favoritismi interni a questo arbitro ritenuto pronto addirittura per il salto di qualità dai vertici della sezione arbitrale salernitana  ma considerato scadente e troppo”portato” tanto da far scattare la protesta di più di un fischietto all’interno. Il presidente Ronga uomo di Pisacreta deve assolutamente mettere sul binario della correttezza le gerarchie meritocratiche   e puntare a rasserenare un ambiente ormai caldissimo e con molti malumori che si trascina dietro la diatriba della spaccatura evidente nel dualismo tra Pisacreta e Boggi ai tempi del grande tradimento dell sezione di Salerno a Robert Antony Boggi   l’alter eco di Nicchi con il quale era schierato Pisacreta che la spuntò mettendo dentro i suoi e facendo fuori i boggiani. Quello fu l’inizio della fine della sezione tra le più gloriose d’Italia e ridotta a mandare una decina di tesserati a sponsorizzare  all’organo tecnico sullo stadio di Agropoli Striamo scarso,scadente,privo di ogni requisito per fare l’arbitro.Vittorio De Simone dunque ha nelle mani la verità quella di mandare a casa Striamo ma nelle ultime ore sembrano siano arrivate a Napoli una serie di telefonate per cercare di salvare il fischietto scandaloso di Salerno.Troppo evidente è stata la prestazione negativa di Striamo visionata e visualizzata attentamente dall’organo tecnico presente e addirittura bocciata dal responsabile della Figc locale Antonio Inverso il quale nel dopo partita ha sbottato gridando allo scandalo e già ha riportato ai vertici federali campani tutto l’operato di Striamo.Alcuni sostenitori dell’Agropoli,due avvocati,hanno intenzione di impugnare le immagini e denunciare alla procura della repubblica Stefano Striamo di Salerno ma su questo l’Agropoli ha frenato per il momento cercando di tenere calmi i due avvocati anche se i due non vogliono sentire ragioni e vogliono portare davanti alla procura della repubblica di Vallo Della Lucania alcuni testimoni che avrebbero visto qualcosa di poco piacevole.Le voci che si rincorrono è di una sospensione al momento di questo arbitro ma da Salerno non ci stanno.E’ evidente che se vedremo in campo nei prossimi mesi questo arbitro dopo lo scandalo tecnico di Agropoli dove c’è chi grida alla malafede(secondo noi è solo scarso non pensiamo alla mala fede n.d.r.)l’organo tecnico De Simone sarebbe sbugiardato e dovrebbe dimettersi.I precedenti condannano questo arbitro,la partita di domenica lo boccia definitivamente.Se lo fanno ancora arbitrare o addirittura gli darebbero un premio o una promozione saremo invitati a credere che è tutto un disegno e che è stato mandato apposta per non far vincere l’Agropoli e fermarla nella vittoria del campionato in perfetta sintonia con la bocciatura del format della serie C da parte di Tavecchio che per non far ripescare l’Agropoli,per fare un dispetto a Gravina amico di Cerruti, ha bloccato i ripescaggi tenendo la serie c scandalosamente a 57 squadre  evitando anche il ripescaggio dell’Agropoli.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.