AGROPOLI

TRE ARRESTI PER IL BUS PRECIPITATO NEL VIADOTTO C’E’ ANCHE UNA SALERNITANA DI GIFFONI ANTONIETTA CERIOLO

bus scarpataFalso in atto pubblico e concorso in omicidio colposo plurimo: queste le accuse che hanno portato in carcere tre degli indagati per la tragedia del bus precipitato il 28 luglio dell’anno scorso dal viadotto Acqualonga dell’A16 Napoli-Canosa, nel quale morirono quaranta persone. Il Gip del Tribunale di Avellino, Antonio Sicuranza, ha accolto le richieste di custodia cautelare, avanzate dalla Procura, per Gennaro Lametta, titolare della Mondotravel e proprietario del bus; Vittorio Saulino, 56 anni, di San Giorgio a Cremano (Napoli), e per la salernitana Antonietta Ceriola, 63 anni, di Giffoni Sei Casali, rispettivamente funzionario tecnico e impiegata della Motorizzazione civile di Napoli. Le indagini dei pm Cecilia Annecchini e Armando Del Bene, coordinate dal procuratore capo, Rosario Cantelmo, fanno riferimento alla mancata revisione del bus che, secondo gli inquirenti, sarebbe stata effettuata soltanto sulla carta nei giorni successivi all’incidente.L’indagine riguarda il filone delle false revisioni sul pullman Volvo di propietà della «Mondo Travel» di Gennaro Lametta. Nei mesi scorsi la procura di Avellino aveva contestato il falso in atto pubblico ai due funzionari che consegnarono il certificato di revisione del bus precipitato datato marzo 2013, che in realtà era stato compilato con l’accesso illegale ai sistemi informatici della Motorizzazione Civile di Napoli pochi giorni dopo l’incidente. La procura dispose anche una perizia calligrafica poichè uno dei due funzionari contestava l’autenticità della propria firma. Perizia che smentì il funzionario. Si tratta di un secondo filone dell’inchiesta principale che vede indagato Gennaro Lametta assieme a due funzionari di Autostrade per l’Italia per omicidio colposo plurimo e disastro colposo, e altri tre dirigenti per omissione in atti d’ufficio nel capitolo relativo alla mancata manutenzione sulle barriere del viadotto.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.