AGROPOLI

TURISTA MUORE IN AMBULANZA AD AGROPOLI,I MEDICI CERCAVANO UN OSPEDALE DISPONIBILE

Ambulanza-di-notteAncora una tragedia che potrebbe essere addebitata alla chiusura del’ospedale di Agropoli. Il tutto la notte scorsa.Alla marina di Catellabate si è sentito male un uomo 67 anni Domenico Trinchese di Avella (av). L’ambulanza del 118 del psaut di Santa Maria di Castellabate è intervenuta prontamente e nel mentre lo stava trasportando all’ospedale più vicino non si sa se Roccadaspide o Vallo della Lucania arrivata nei pressi di Agropoli l’uomo è spirato nell’ambulanza stessa  comunque medicalizzata e compresa di medico a bordo, erano  l’1 di notte. Il decesso sopravveniva per un esema polmonare e poteva benissimo essere salvato se fosse arrivato in tempo in una struttura ospedaliera.. La cosa più triste che l’unica  sala mortuale aperta era quella dell’ospedale  di Battipaglia dove l’uomo è stato appoggiato. Ancora una volta la mancanza dell’ospedale di Agropoli potrebbe essere stata fatale,chi ha chiuso questa struttura deve rendersi conto di quanto si sta verificando. Non sappiamo se con l’ospedale di Agropoli aperto l’uomo si fosse salvato o meno ma di certo quando era funzionale tantissimi di questi casi venivano presi in esame e in tante occasioni i medici avevano avuto la meglio.Quest’ennesimo caso invita a riflettere. Sergio Vessicchio

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.