AGROPOLI SPORT

US AGROPOLI BISOGNO: “NESSUNO SCONTRO CON CERRUTI,STIAMO FACENDO UNA SQUADRA COMPETITIVA”

“Non so proprio vere le notizie secondo le quali ieri sera ci sarebbe stato uno scontro con Cerruti sulla stazione di Agropoli”.L’imprenditore Bisogno che,come è noto,affianca il patron Taccone ai vertici  dell’Agropoli chiarisce: “Se dobbiamo dire che è stato un incontro proficuo non lo possiamo dire,ma che sia stato burrascoso è falso.Ci siamo parlati in maniera serena e civile e ci siamo lasciati con il sorriso sulle labbra”.Stefano Bisogno,titolare della Montorese,squadra che fa solo settore giovanile,scova talenti e li da al grande calcio,è lusingato di lavorare a fianco di Taccone.Entra anche nel merito dell’incontro di ieri sera: “Cerruti ha espresso perplessità sul costo dell’allenatore ma anche su altro.Gli abbiamo detto che di sicuro ci avrebbero messo nel giorne H(cosa avvenuta ndr) per cui avevamo deciso di aumentare il budget(cosa confermata questa mattina da Taccone ndr)per cui soci avrebbero dovuto aumentare il loro contributo ognuno per la sua parte.Tutto qui,nessun contrasto,forse qualche diversità di vedute ma ci sta in una società.”

L’AFFONDO DI BISOGNO SULLA SQUADRA

Stefano Bisogno non si sottrae alle domande,anzi siostra disponibile e aperto al dialogo:”Stiamo costruendo una squadra competitiva in grado di poter affrontare degnamente il campionato di serie D e un girone difficile come quello in cui siamo finiti.Vogliamo dare risposte concrete ad una piazza importante come Agropoli e lo faremo con umiltà e con discrezione.Taccone, responsabile anche del progetto tecnico, sta lavorando nel mgliore dei modi.Non posso anticipare i nomi ne le strategie perchè non entro nel campo che non mi appartiene,ma vi assicuro che vedremo un Agropoli all’atezza della situazione.”

IL RITIRO

Bisogno mette in evidenza anche la bontà del ritiro: “Abbiamo i giocatori in un albergo a 4 stelle,ci alleniamo su un campo importante e la invito a venire un giorno per rendersi conto di come stanno i ragazzi.La prima parte del ritiro è stata un po burrascosa ma era solo l’inizio.Siamo certi che la gente di Agropoli avrà le risposte necessarie”

Stefano Bisogno si presenta in questo modo,è un partnerschip molto apprezzato da Taccone e pensa ad un’Agropoli competitiva come ha garantito.I buoni propositi si sono compresi nella chiacchierata telefonica.Speriamo che i dubbi e le incertezze da parte della piazza,comprensibili,possono lasciare posto alla serenità che la città di Agropoli ha bisogno calcisticamente.L’avvento di Taccone è,senza ombra di dubbio,qualcosa di importante perchè si tratta di un personaggio di uno spessore eccezionale.E’ alla ricerca di un riscatto personale dopo la porcheria che gli hanno fatto con l’Avellino,tutta l’Italia calcistica ha vissuto una pagina di storia calcistica da dimenticare visto che Taccone non aveva sbagliato una virgola e l’Avellino non meritava l’esclusione.Ricordiamo che l’Avellino non ha un euro di debito,Taccone ha pagato tutto e tutti e non ha fallito come vanno dicendo in giro,tanto è vero che è ancora iscritta alla FIGC con Taccone presidente e solo per questo motivo il patron non figura come presidente ufficiale dell’Agropoli.Proprio per la bontà di queste premesse e per il grandioso personaggio che è Walter Taccone ad Agropoli deve fare una grande squadra.E’ questo che aspetta la città,è questo che vogliono i tifosi.D’altra parte chiedevano un Taccone presidente ufficiale,una richiesta legittima che non può che lusingare il presidente che ha sfiorato il ritorno in serie A dell’Avellino.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.