AGROPOLI

US AGROPOLI,BISOGNO RIDIMENSIONA LIGENTI E SICILIANO: ” SOLO DEI SEMPLICI COLLABORATORI”

L’Agropoli c’è e si sente.Il passaggio di consegna tra una proprietà e l’altra è sempre un pochino travagliato e quindi è fisiologico che avvengano dei disguidi ma piano piano tutto si sta mettendo sui binari giusti.La squadra per Vallo della Lucania è rabberciata,ancora in fase si costruzione,con alcuni elementi positivi e con tanti ragazzini alcuni dei quali non si sa nemmeno se rimangono o no.C’è da chiarire la posizione del figlio di Gennaro Russo,il ragazzo non deve pagare per quanto ha fatto il padre all’Agropoli,ma si comprende bene come può essere un modo per Gennaro Russo di gironzolare  intorno ai delfini e questo non deve accadere assolutamente,lo sappiano i nuovi vertici.Aiuto a ricordare a tutti i cori anti Puglisi e un articolo fatto cancellare da ingrati personaggi ai quali si erano rivolti.Bisogno è un decisionista,è uno deve mettere ordine nell’Agropoli.E proprio il patron numero 1 dell’Agropoli,Bisogno il proprietario dell’Agropoli,precisa a proposito del articolo uscito oggi sulle nostre testate (clicca qui):”Voglio chiarire che Ligenti non fa il direttore sportivo non ne ha nemmeno i titoli,è solo un consulente di mercato, è una persona che ci da dei consigli niente altro. Siciliano non non può essere assolutamente il responsabile del settore giovanile,è un semplice collaboratore e ci da una mano fino a fine estate e cioè fino a quando rimarrà in ferie ad Agropoli.Tengo anche a precisare che io sono il proprietario dell’Agropoli per cui le scelte,a parte quelle tecniche,passano per me.Nei prossimi giorni sarò ad Agropoli per organizzare il tutto.Siate fiduciosi perchè abbiamo dei progetti molto validi con il presidente Taccone e non deluderemo una grande piazza importante come Agropoli.Stiamo allestendo una buona squadra e sarà pronta per la prima giornata.”

Le puntualizzazioni di Bisogno arrivano perfettamente in sintonia con l’avvio della stagione.Si sta chiarendo tutto e piano piano i nuovi vertici dell’Us Agropoli stanno procedendo per organizzare il tutto.Ricordiamo che con Cerruti da sempre c’è stato tanto disordine e questo non ha contribuito a fare grossi risultati.E’ evidente che la nuova società va anche aiutata.Va fatto capire chi in questi anni fatto bene o a fatto male e chi è dannoso.Piano piano prende forma l’Agropoli.Meglio tardi che mai.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.