AGROPOLI

VA A FARE SHOPPING ALL’OUTLET CILENTO E TROVA L’AUTO SFONDATA

OUTLET CILENTOCilento-Outlet-Village_Totem2Eboli. Pomeriggio da incubo sabato scorso  quello vissuto da un agropolese residente al nord e in vacanza nello scorso fine settimana. Francesco Caruccio si era recato ad Eboli all’Outlet Cilento sullla statale che da Agropoli collega Battipaglia.Il suo racconto è drammatico: ” Nel primo di sabato scorso  io con la mia famiglia abbiamo deciso di andare a fare una passeggiata al Cilento outlet village per fare qualche acquisto per l arrivo della stagione calda.Appena arrivato cerco un parcheggio più comodo per la mia auto nell’immediata vicinanza del mc Donald scendiamo per gli acquisti e il gelato ai bambini una mezz’oretta ed usciamo al mio arrivo all auto mi accorgo che qualcuno mi ha sfondato il vetro e manco a farlo apposta era già arrivata la pattuglia dei carabinieri della stazione di Santa Cecilia allorchè mi rivolgo al maresciallo per denunciare l’ accaduto e mi fa presente che non sono stato l’unico della giornata ma bensì altre 10 persone e ci invitava ad andare all’info point del outlet a chiedere spiegazioni.Recatomi all info point non ho potuto tenere a freno il nervoso per l’accaduto ma soprattutto per la negligenza di questo dirigente il quale si poneva con  un menefreghismo assurdo dicendo che  il dirigente responsabile sarebbe stato reperibile  il lunedi successivo o tanto meno avrei potuto reperirlo tramite email servizio di sicurezza assente servizio di videosorveglianza con telecamere assente parcheggio completamente incustodito.Tutto quello che hanno saputo fare molto elegantemente  dirmi di rivolgermi  alle autorita competenti. Per di più una dirigente della struttura  e c’è da dire che la signora dirigente di giornata  si è permessa di dare dell’esaurita a mia moglie e di non far tante storie per una macchina visto che dieci auto sarebbero state danneggiate”. Fin qui il racconto di Caruccio il quale poi ha fatto regolare denuncia ai carabinieri di Santa Cecilia ma profondamente scoraggiato è ripartito per il nord senza speranza e con la sua automobile rovinata. Resta l’episodio vergognaso,dieci auto prese di mira davanti ad un centro commerciale nuovo ma privo di sorveglianza e con i vandali sempre in agguato.Sergio Vessicchio