AGROPOLI

VALLO DI DIANO UN SOLO COMUNE LA PROPOSTA NON PIACE

PADULA-DALLALTOUn unico Comune che comprenda tutti i territori del Vallo di Diano. E’ questa la proposta di legge avanzata in consiglio regionale dai consiglieri Donato Pica, Gennaro Mucciolo, Dario Barbirotti, Giovanni Fortunato e Fernando Zara. Quindici i territori che dovrebbero fondersiper dare vita al Comune Vallo di Diano: AtenaLucana, Buonabitacolo, Casalbuono, Montesanosulla Marcellana, Monte San Giacomo, Padula, Pertosa, Polla, Sala Consilina, Sant’Arsenio, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Sanza, Sassano e Teggiano. La proposta di legge si collega all’iniziativa popolare promossa già nel 1999, ma mai portata in discussione all’interno dell’aula consiliare della Regione.“L’antica civiltàdel Vallo di Diano – si legge nella proposta – vede paesi e singoli cittadini concorrere a configurare un paesaggio integrato e un assetto coordinato di industria, economia e cultura ala quale nessun Comune da solo potrebbe mai giungere. Per questo si reputa necessario un riconoscimento, anche politico, di un solo Comune rappresentativo di tutti”. L’istituzione del Comune unico Vallo di Diano comporterebbe una spesa totale di 150mila euro complessivi, tra servizi istituzionali, generali e di gestione, elezioni e consultazioni popolari, anagrafe e stato civile.la proposta non piace ai sindaci e ai cittadini.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.