AGROPOLI

VARATO IL NUOVO PIANO OSPEDALIERO SI A SCAFATI NO AD AGROPOLI E RAVELLO

DISTRUTTA LA SANITA’ SULLE DUE COSTIERE,POLEMICHE INFINITE,SONO I DANNI SANITARI FATTI DA FRATELLI D’ITALIA E DA CALDORO

OSPEDALEAGROPOLISalvato l’ospedale Mauro Scarlato di Scafati, non riaprirà invece quello di Agropoli e sarà chiuso il presidio di Castiglione di Ravello in Costiera Amalfitana. Una buona notizia e due conferme negative nelle anticipazioni del riassetto del piano regionale sanitario all’attenzione del Arsan. L’incremento dei posti letto è un atto dovuto per l’aumento della popolazione. E, quindi, numeri alla mano, i tagli previsti (si sarebbe passati da 2.936 posti letto a 2.712 per la provincia di Salerno) si trasformeranno invece in un leggero incremento che porterà a 3.000 posti letto assegnati. In sostanza 64 in più rispetto al vecchio piano, quasi duecento in più se il paragone è relativo all’ultimo programma regionale. La notizia più importante riguarda, naturalmente, l’ospedale «Mauro Scarlato» di Scafati che rispetto a una drastica eliminazione dei reparti dovrebbe perdere soltanto Ostetricia. Recuperano posti letto gli ospedali di Oliveto Citra, Roccadaspide, Eboli e Battipaglia. Invece è confermata la chiusura del presidio ospedaliero della Costiera amalfitana a Castiglione di Ravello mentre Agropoli non riaprirà.Durissima la presa di posizione da parte dei sindaci della costiera amalfitana e di Agropoli,Duro anche lo sfogo di Salvatore Gagliano gà pubblicato in precedenza.

 

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.