AGROPOLI CRONACA

VATOLLA IL MARITO DELLA DONNA STUPRATA GRIDA VENDETTA:”SE LI PRENDO LI AMMAZZO CON LE MIE MANI”

Ancora è ricoverata all’ospedale di Vallo della Lucania al reparto di Ginecologia N.P.35 anni di Vatolla nel comune dii Perdifumo.La donna è stata sottoposta ad un importante intervento chirurgico alla vagina.E’ piantonata all’ospedale e non vuole vedere nessuno.E’ ancora sotto choc per quello che  ha subito la notte tra giovedì e venerdì scorso.Ha un figlio e il marito L.M.di origini napoletane operatore del 118 il quale schiuma di rabbia per quello che è successo alla moglie e parlando con alcuni amici ha detto che sarebbe capace di farsi giustizia da solo: “Se li prendo sono guai,gliela faccio pagare”Purtroppo non sono chiari i fatti per come sono accaduti e cosa è successo tra mezzanotte e mezza e le 2,30 tra il 28 e il 29 di giugno al varco Cilentano la strada che collega Agropoli con Giungano.La vittima ancora non parla serenamente,quando vede qualcuno grida e non vuole ne parlare ne incontrare qualcuno.Intanto i carabinieri con il sostegno del RIS di Salerno stanno verificando la donna dove è stata tra le 00.30 e le 02.30 l’orario in cui sarebbe avvenuto il fattaccio e al luogo si può risalire mediante un controllo della posizione del telefono.Intanto si aspetta quando la stessa donna sia in grado di parlare perchè proprio dalla testimonianza della sfortunata vatollese si può sapere cosa è successo ma al momento non parla nonostante ci siano vicino a lei psicologi e medici.La gente in queste ore sta scatenando la propria fantasia ipotizzando scenari decisamente meno colpevolisti.Addirittura c’è chi dice che lo stupro non c’è stato e che si è trattato di un gioco a tre finito male.La fantasie in questo contesto sono tantissime e non fanno certamente bene alla collettività.In ogni caso Vatolla si è divisa ma c’era da aspettaerselo.Sergio Vessicchio