AGROPOLI

VERGOGNA ASSOLUTA I 5 STELLE OCCUPANO I BANCHI DEL CONSIGLIO REGIONALE

Tensioni nel Consiglio regionale della Campania dove i consiglieri M5S occupano i banchi della presidenza, Napoli, 16 novembre 2015. ANSA / CIRO FUSCO
Tensioni nel Consiglio regionale della Campania dove i consiglieri M5S occupano i banchi della presidenza, Napoli, 16 novembre 2015.
ANSA / CIRO FUSCO

Il Movimento Cinque Stelle ha occupato in segno di protesta i banchi della presidenza in Consiglio regionale della Campania. Prima di qualsiasi altro tipo di discussione, gli esponenti grillini chiedono che sia fatta chiarezza sulla vicenda giudiziaria che vede coinvolto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania. Gli esponenti M5S sono contrari anche al dibattito in programma per oggi sul disegno di legge di riordino del sistema idrico regionale. La loro posizione contraria al ddl, a firma della giunta regionale, era stata già annunciata nei giorni scorsi.Il presidente del Consiglio, Rosetta D’Amelio, ha dichiarato aperta la seduta tra le contestazioni chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine “per identificare chi ha abusivamente occupato il Consiglio”. “Devo sospendere la seduta per la scorrettezza istituzionale di quattro folli – dice la D’AmelioDai banchi della maggioranza si è levato lo slogan ‘pagliacci, pagliacci’ all’indirizzo dei grillini mentre gli stessi consiglieri pentastellati hanno esposto alcuni cartelli contro il Governatore: ‘De Luca governatore abusivo” e De Luca Pinocchio”.Srotolato anche uno striscione con su scritto “De Luca dimettiti”. Dopo una seconda ripresa dei lavori e la conseguente nuova interruzione la D’Amelio ha affermato: “Per il momento non chiamerò le forze dell’ordine per far sgomberare l’aula. Non c’è rispetto delle istituzioni – dice – non ho voluto far sgomberare l’aula, si assumano la responsabilità davanti ai cittadini”. ”Il Consiglio è di tutti i cittadini campani – sottolinea – spero che prevalga la saggezza”. ”In Conferenza dei capigruppo è stato definito il percorso per la ripresa dei lavori – fa sapere – Tutti d’accordo tranne i Cinque Stelle, ad affrontare in aula, al di là di temi comunque importanti, la strage di Parigi”. ”Un fatto internazionale, un dramma –aggiunge – la Campania la più importante regine del Sud non può non intervenire su un tema così importante”. ”La Capogruppo dei Cinque Stelle mi ha detto che devo fare una nota di cordoglio – prosegue – non accetto una provocazione simile”.

m5s_ciarambino_regionali“Vuole far finta di niente rispetto a una vicenda gravissima – spiega Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento Cinque Stelle – su questo presidente grava un’ombra pesantissima che si addensa ogni volta di più e tiene ostaggio la Campania dei guai giudiziari di De Luca”. “Ha raccontato una menzogna istituzionale, veicolata con canali istituzionali – spiega –. Oggi è stato convocato un Consiglio che ha all’ordine del giorno provvedimenti che incidono sulla vita dei cittadini campani”. “Gli unici ad aver fatto un gesto nel senso della legalità e della trasparenza siamo stati noi del Movimento Cinque Stelle che abbiamo presentato una mozione di sfiducia – aggiunge – Gli altri si riempiono la bocca di parole”. “Oggi vogliamo richiamare tutti rispetto a questa vicenda – conclude – C’è chi vuole fare finta di niente, ma le parole legalità e trasparenza vanno dimostrate con i fatti altrimenti si stanno solo ingannando i cittadini campani”.

mario_casillo-pd-campaniaSulla vicenda è intervenuto anche Mario Casillo, capogruppo del PD in Consiglio regionale: ”Siamo di fronte a una occupazione che sa di strumentalizzazione. Purtroppo – afferma – si sta andando avanti con la protesta – dice – in Conferenza dei capigruppo è stato chiesto all’opposizione di centrodestra di firmare la mozione di sfiducia contro De Luca come precondizione per liberare l’aula”. “Siamo arrivati ai ricatti istituzionali – sottolinea – è giusto che si vada in aula e si discuta per capire con trasparenza le cose che si sono verificate”. ”Abbiamo appreso con grande stupore di questa occupazione dei banchi della Presidenza da parte dei Cinque Stelle – conclude – avevamo deciso, nella Conferenza dei capigruppo, la scorsa settimana che De Luca sarebbe venuto in aula per riferire della vicenda che lo riguarda”.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.