AGROPOLI SPORT

VIA ANCHE GORELLI,L’AGROPOLI E’ UN BORDELLO,I DELFINI RISCHIANO IL FALLIMENTO,LA COLPA E’ DI TACCONE

L’ultima testa che cade è quella di Gorelli un altro fedelissimo di Cerruti.Un bordello dove non c’è ne capo e ne coda, con tre persone Siciliano,Vuolo e Napolitano i quali stanno facendo terra bruciata intorno a loro.Cerruti si gode la vacanza lasciando la barca che è sul punto di naufragare.Non si capisce niente e la squadra rischia seriamente il fallimento.Senza Puglisi la situazione è precipitata clamorosamente.Cerruti non sembra in grado di assicurare l’establishment richiesto, e barcolla.Dopo l’addio di Gorelli passato alla Gelbison,per questo comunque ad Agropoli c’è chi fa festa,il presidente è praticamente rimasto solo.Al momento la squadra non esiste e il numero uno torna solo venerdì.Sembrano vogliano spostare anche la conferenza stampa di domani giovedì.

 

L’allenatore Biagioni dopo essere stato ricevuto dal sindaco e dal Consigliere Cammarota è scomparso,non si sa che fine abbia fatto e si sussura solo che dovrebbe arrivare fra qualche giorno con un gruppo di giocatori.La situazione è clamorosamente precipitata, un film visto già a Chieti nella gestione di Napolitano,il fallimento dei neroverdi fu annunciato come quello dell’Agropoli attuale.Dovevano fare uno stage con gli under nell’agro nocerino sarnese ma i ragazzi sono scappati.A pochi giorni dalla coppa Italia,si gioca il 18 agosto,il campionato comincia il1 settembre,l’Agropoli è seriamente compromessa come squadra,senza la società,con Cerruti lontano.Il presidente è l’unico che risponde al telefono,ed è l’unico che ha messo il suo quozionte economico 150 mila euro con un accordo del 10% e il resto lo dovrebbero cacciare gli altri, il sindaco,Matteo Canale si negano,sono imbarazzati e prendono le distanze.E Taccone?Dov’è? Dove sono i soldi di Taccone? Dove sono le quote di Napolitano,di Vuolo e di Siciliano? Per quali motivo questi hanno preso in mano le redini del’Agropoli,con quale titolo,con quale incarico,e chi glielo ha dato?

 

Il problema a questo punto non può essere organizzativo ma è sostanziale.Dove sono i soldi di questa gente che hanno messo le mani sull’Agropoli,hanno costretto ad andare via tutti,e hanno bocciato tutte le scelte di Cerruti comodamente in vacanza con Gravina? I giocatori chi li paga?E dove sono?Addirittura Cerruti avrebbe chiamato Nicola Volpe una follia pura dopo che lo stesso è stato uno dei responsabili del degrado in cui l’Agropoli si è trovato portandola, con Magna, sull’orlo del fallimento.Ora però sulla strada del fallimento i delfini ci sono nuovamente e Cerruti con la solita mancanza di chiarezza,non fa capire niente alla cittadinanza,facendo il gioco delle tre carte,Ernesto Rocco le ha chiamate scimmiette,manda a sperdere tutti e fa franare le azioni dell’Agropoli.L’atteggiamento di Taccone è irritante.Lex presidente dell’Avellino come può andare dal sindaco,garantire la solidità economica(non l’ha vista nessuno) e mettere tre personaggi che nella vita saranno anche persone per bene,nessun dubbio, ma  qui ad Agropoli arrivano come tre curatori fallimentari visti i precedenti e senza cacciare un soldo? Taccone esca allo scoperto insieme a Cerruti altrimenti prenda questi tre che ha mandato a fare terra bruciata,senza rispetto per nessuno,e li rimandi dove sono arrivati.Taccone ci metta la faccia,le mezze figure non piacciono a nessuno e se non c’è lui insieme a Cerruti lo dica subito.In questo momento Taccone è il responsabile numero 1 dell’assenza di una squadra,della presenza di un allenatore che lui non sa chi è(lo dice espressamente nelle conversazoni di watsup),della mancanza di una dirigenza a pochi giorni dall’inizio della stagione,della mancanza di giocatori sul campo,della mancanza di un organico per il settore giovanile.Cerruti si è fidato pensando di avere a che fare con Puglisi ma ha trovato un altro Magna.

 

Taccone sta portando l’Agropoli al fallimento e se questo non rappresenta il vero ci metta la faccia,i soldi e le competenze e ci smentisca.Vuoi vedere che doveva venire un Taccone qualsiasi per far scomparire l’Agropoli?Napolitano,Siciliano e Vuolo, prima di partire, mettano mano al portafogli e garantiscano insieme aTaccone la loro quota perchè fino a questo  momento non hanno garantito niente e solo Cerruti ha messo la sua quota e sappiamo bene per quali accordi.Il sindaco e Cerruti facciano chiarezza anche loro.Perchè il modus operandi di Cerruti non piace a nessuno. Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.