AGROPOLI

WWF IN BARCA NEL CILENTO PER MONITORARE I DELFINI

cilento_castellabate_i_com
LA MARINA DI CASTELLABATE

Il Wwf nel mare del Cilento per monitorare i cetacei. Se sei appassionato di mare, di natura e di vela, ma non hai voglia di fare un campo 24 ore su 24 sempre tutti insieme. Se preferisci goderti la tua vacanza personale, ma partecipare a un campo nello stesso momento questa è un’occasione unica. Vari turni dedicati a tutti coloro che sono interessati ad approfondire le conoscenze sui cetacei e contribuire alla raccolta dati di censimento, accompagnati da esperti biologi marini che vi introdurranno alle metodologie di ricerca su questi splendidi mammiferi marini, nelle acque del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, tra Agropoli e Camerota. Il tutto senza rinunciare al gusto di trascorrere la giornata in mare, a vela.

INFORMAZIONI – Si faranno lezioni pratiche e teoriche di biologia, etologia e conservazione di cetacei. Le uscite in mare per l’avvistamento dei cetacei lungo le coste del Parco del Cilento e Vallo di Diano. Le visite si terranno in turni di 5 giorni da lunedì a venerdì per tutta l’estate. Possono partecipare da un minimo di due persone ad un massimo di sei. Sono ammessi anche minorenni accompagnati dai genitori.

COSA SI FA – Navigazione in acque costiere secondo le rotte dei transetti previsti dal programma di monitoraggio dei cetacei presenti nell’area. Le attività di avvistamento e monitoraggio dei cetacei si svolgono con l’ausilio di binocoli, idrofono e altri strumenti. Ognuno a bordo svolgerà un compito preciso ed avrà la possibilità di apprendere le tecniche della navigazione a vela. Verranno registrati una serie di parametri che permetteranno di rendere confrontabili gli avvistamenti: visibilità, forza del mare, presenza di navi, imbarcazioni da pesca e altro. In caso di avvistamento, gli esemplari saranno fotografati. Le foto ottenute vengono confrontate in modo da ottenere informazioni sulla struttura e la dimensione dei gruppi, sugli spostamenti e sul grado di residenza. Viene registrata la posizione geografica dei delfini avvistati, approssimandola a quella dell’imbarcazione, la specie ed il comportamento degli esemplari.

IL PORTO – L’imbarco dei partecipanti è previsto ogni giorno alle ore 10 dal porto di Acciaroli e rientro e sbarco ogni sera alle 18. Durante la navigazione ognuno a bordo svolgerà un compito preciso ed avrà la possibilità di apprendere le tecniche della navigazione a vela. A bordo l’atmosfera è informale ma allo stesso tempo è fondamentale la collaborazione fattiva di tutti. I pranzi si svolgono a bordo sulla base della cambusa condivisa nella più classica tradizione marinara, e sono autogestiti, col supporto del comandante. Oltre ai compiti relativi al lavoro di campo, ai partecipanti è richiesto di condividere con i ricercatori i turni di cucina, lavaggio piatti, pulizia della barca e turni alla navigazione.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.