APPUNTAMENTI

CHI HA UCCISO VASSALLO? AL CONVEGNO SU CIRCA CENTO SINDACI E AMMINISTRATORI SOLO 7 CILENTANI

Mercoledì 22 novembre alle ore 16.00 preso la sala Tacito-Orazio dell’Hotel Bernini a Roma si svolgerà il dibattito ‘Chi ha ucciso il Sindaco Pescatore?’ promosso e organizzato dalla Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore. Per l’occasione sono stati invitati gli esponenti dei principali partiti politici italiani attivi a livello nazionale e all’iniziativa prenderanno parte circa cento sindaci ed amministratori d’Italia. Dei cento sindaci e amministratori invitati, spuntano pochi nomi cilentani. Tra questi ci sono i sindaci di Roscigno, Pino Palmieri, Caselle in Pittari, Maurizio Tancredi, e Castelnuovo Cilento, Eros Lamaida; l’assessore del Comune di Padula, Filomena Chiappardo; gli ex sindaci di Sapri Giuseppe Del Medico, di Laurito, Pietro Lia, e San Mauro Cilento Costantino Raniero La Selva. Ci sarà anche l’europarlamentare Gianni Pittella e il deputato Edmondo Cirielli. Il convegno si articolerà attraverso un dialogo tra Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore, e quattro giornalisti delle principali testate giornalistiche italiane: Marco Antonellis, responsabile della sezione “Palazzi e Poteri” per il quotidiano digitale “Affari Italiani”; Dario Del Porto, cronista presso la redazione napoletana de “La Repubblica”; Vincenzo Iurillo, giornalista per “Il Fatto Quotidiano”; Massimo Martinelli, vice direttore del quotidiano “Il Messaggero”. «Sono passati oltre sette anni – spiega Dario Vassallo – da quando Angelo Vassallo è stato ucciso con nove colpi di pistola e sono sette anni che noi cerchiamo la verità. Questa va cercata tutti insieme: Magistratura, Forze dell’Ordine, Giornalisti, Società Civile, Fondazione e, non per ultima, la Politica. Purtroppo in questi lunghi sette anni abbiamo constatato l’assenza della politica nazionale, per non parlare di una certa politica locale, la quale invece di cercare la verità si è prodigata per organizzare la sagra del pesce nello stesso giorno dell’uccisione di nostro fratello Angelo, calpestando la sua memoria di uomo e di Sindaco. Credo che dopo sette anni anche i massimi rappresentanti della politica nazionale debbano chiedersi chi ha ucciso il Sindaco Pescatore. Perché quando viene ucciso un Sindaco, viene ucciso lo Stato. Tutti insieme, non per accusare qualcuno o rimarcare l’assenza di qualche partito, ma per cercare di dare delle risposte che milioni di italiani attendono e il convegno sarà l’occasione per chiedere al Parlamento la costituzione di una Commissione Parlamentare d’Inchiesta sull’ uccisione di nostro fratello Angelo. Questa richiesta sarà sottoscritta da circa cento sindaci ed amministratori presenti all’evento». Fonte: giornaledelcilento

sergio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.