carta
ATTUALITA'

BATTIPAGLIA, DAL 20 NOVEMBRE 2017 ATTIVA LA CARTA D’IDENTITÀ ELETTRONICA (CIE)

Arriva la nuova carta d’identità elettronica al Comune di Battipaglia. Grazie al grande lavoro svolto dalla neo dirigente agli affari generali Caterina Iorio su indicazione dell’amministrazione comunale guidata dalla sindaca Cecilia Francese. L’attivazione del nuovo servizio è stata presentata questa mattina in una conferenza stampa con la presenza della sindaca Cecilia Francese, del vicesindaco Ugo Tozzi, dell’assessore Laura Toriello e della dirigente Caterina Iorio. Il documento personale che attesta l’identità del cittadino, realizzato in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito è dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza che memorizza i dati del titolare. La foto in bianco e nero è stampata al laser, per garantire un’elevata resistenza alla contraffazione. Sul retro della carta il codice fiscale è riportato, anche, come codice a barre. A partire dal prossimo 20 novembre il Comune di Battipaglia procederà all’emissione della CIE. La nuova carta d’identità può essere valida per l’espatrio, nei paesi comunitari e in quelli aderenti a specifiche convenzioni. La Carta di identità elettronica può essere richiesta da chi è residente nel Comune di Battipaglia, compresi i cittadini stranieri residenti e iscritti all’Anagrafe. Il cittadino dovrà recarsi allo sportello dell’Ufficio Anagrafe, ubicato al piano terra di via Plava, munito di: una fototessera recente in formato cartaceo (avente le caratteristiche che rispettino le regole adottate a livello
internazionale) o elettronico (formato png o jpg, risoluzione di almeno 400dpi e una dimensione massima non superiore a 500KB) su un supporto USB; Codice Fiscale o tessera sanitaria, al fine di velocizzare le attività di rilascio; carta di identità scaduta o deteriorata, denuncia in caso di smarrimento o furto del precedente documento.
I minori devono essere accompagnati dai genitori o da chi ne esercita la responsabilità genitoriale. Nel caso in cui la CIE venga richiesta con validità per l’espatrio del minore, occorre la firma per assenso di entrambi i genitori (in difetto, occorre l’autorizzazione del giudice tutelare). E’ in ogni caso necessaria la presenza del minore.
La nuova CIE non sarà più consegnata immediatamente al cittadino, ma sarà spedita dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta, all’indirizzo indicato dal richiedente oppure al Comune di residenza. La sua durata varia secondo le fasce d’età di appartenenza, e precisamente: 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni; 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni; 10 anni per i maggiorenni.

comunicato stampa
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
http://www.agropolinews.it/