ATTUALITA'

BATTIPAGLIA,PER IL NATALE L’AMMINISTRAZIONE SI CONFRONTA CON I COMMERCIANTI

Nonostante le difficoltà economiche dell’Ente si è tenuta ieri con i commercianti e con le associazioni cittadine una riunione costruttiva per gli eventi del Natale 2017. Cambio del tema e tante proposte per il Natale a Battipaglia. La prima edizione di “Natale 2017… passeggiando sotto le stelle” vedrà una serie di iniziative volte a rendere partecipi i cittadini di Battipaglia ad un evento che nel tempo possa diventare sinonimo di tradizione culturale. Il percorso che si intende realizzare, con il sostegno delle associazioni di categoria e non, mira a valorizzare il territorio. Le zone che questa amministrazione intende coinvolgere sono piazza Amendola, piazza Matteotti, piazza San Francesco, piazza della Repubblica, zona delle Comprese.

Sono le iniziative e le considerazioni di cui si è discusso alla riunione tenutasi con l’assessore Francesca Napoli, l’assessore Michele Gioia, i consiglieri comunali Pino Bovi, Elda Morini e Alfonso Baldi. Oltre al manifestato interesse dell’amministrazione a non escludere dal cartellone natalizio le zone periferiche della città. Zona centrale delle manifestazioni deve essere quella delle Comprese e il corso principale di via Mazzini studiando con l’ufficio viabilità un sistema per collegare velocemente le zone senza creare disagio alle attività commerciali e non. Si è discusso sia di porre in essere un mercato natalizio, sia un evento unico attrattivo.

L’assessore Francesca Napoli: «E’ stata una riunione costruttiva che si è svolta in maniera collaborativa, i commercianti hanno ben inteso il discorso dell’amministrazione e le difficoltà che abbiamo e che ormai sono note. E’ stato un confronto sereno e tutti siamo giunti che la migliore scelta sia quella di un evento attrattivo. I bandi a cui qualcuno, con il solito tono, fa riferimento sono quelli che ci hanno visti partner del Comune di Bellizzi e che hanno visto l’arrivo degli artisti di strada lo scorso otto settembre. Non era possibile partecipare se non in partnership per rispondere al requisito della storicità dell’evento. Non entreremo in polemica con singole voci stonate fuori dal coro, cercheremo di fare qualcosa di bello per la nostra città».

L’assessore Michele Gioia: «Abbiamo avviato un processo di ascolto da luglio con cittadini e associazioni. Questa amministrazione si è resa disponibile ad ogni iniziativa purtroppo nel limite delle possibilità economiche che l’Ente offre. Abbiamo avviato un percorso che non intendiamo abbandonare. Abbiamo partecipato ai bandi che erano presenti e dall’anno prossimo potremmo farlo senza partnership. Questa amministrazione, inoltre, intende istituire un coordinamento eventi con persone che non appartengono solo all’amministrazione ma anche alle associazioni di categoria e non».