ATTUALITA'

CASTELLABATE,UNA STRADA E IL PREMIO NELLA GIORNATA DEDICATA AL GIORNALISTA RIPA

La passeggiata sulle rocce, a picco sul mare di San Marco di Castellabate, si chiama ora “via Giuseppe Ripa”. L’intitolazione del panoramico sentiero alla memoria del decano dei giornalisti cilentani si è svolta nella stessa giornata della decima edizione dell’omonimo premio di giornalismo. La cerimonia di consegna del Ripa 2018 ha avuto luogo sabato a Villa Matarazzo, a Santa Maria. A promuovere l’evento (patrocinato dall’Ordine dei giornalisti della Campania) è l’Associazione Ripa, presieduta dall’architetto Giuseppe Ianni . La giuria del Premio – guidata da Ottavio Lucarelli , presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania e composta dai giornalisti Pietro Gargano e Paolo Romano ; da Giuseppe Ianni e Gennaro Malzon e – ha scelto di assegnare i riconoscimenti del decennale al giornalista della Rai, Franco Di Mare , conduttore di Uno Mattina: “Esperto di politica estera, inviato di guerra nelle più remote aree di conflitto, apprezzato autore di numerose pubblicazioni di successo, stimato ed affermato conduttore della trasmissione Rai Uno mattina”. Premio Ripa 2018 alla redattrice de “La Città”, Monica Trotta : “giornalista versatile, capace di passare dalla cronaca alle inchieste alla terza pagina. In particolare la sua cura delle pagine di Cultura e Spettacolo del quotidiano ha dato nuovo impulso al fermento culturale della città e della provincia, favorendo le storie, i personaggi, le vicende meno note”. Premio Ripa poi per la storica vice-caposervizi de Il Mattino, Carla Errico : “penna capace di raccontare storie e vicende, fatti di cronaca e profili, catturando il lettore con le stessa tecnica di uno scrittore. In particolare, cura il settore politico con imparzialità e sobrietà, senza gli eccessi di una informazione gridata”. A conquistare il Ripa 2018 anche Gabriele Bojano , firma de Il Corriere del Mezzogiorno: “Per le particolari e notevoli capacità di presentare fatti e personaggi in un “modus narrandi” originale, scevro di retorica e per le accurate recensioni su spettacoli e manifestazioni teatrali di grande spessore”. Il Premio alla Cultura è stato assegnato allo scrittore ed editorialista, già docente, Francesco D’Episcopo : “Per le sue accurate ed eclettiche pubblicazioni sull’Umanesimo e sulle più importanti figure della letteratura meridionale, per la sua notevole capacita di comunicazione e di trasmissione del sapere, anche come critico letterario sulle più note riviste letterarie contemporanee”.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.