ATTUALITA'

I TESORI DI CICERALE AL TG ITINERANTE DI RAI 3,NE PARLA GIA’ TUTTO IL MONDO:”IL SINDACO ANTELMO:”SAREMO LA LOCOMOTIVA DELLO SVILUPPO”

Il servizio è appena finito a tg 3 itinerante e già ne parla tutto il mondo.Sfidiamo chiunque di noi,me compreso,a dire che si conoscevano queste bellezze,questi sapori,questi tesori.L’insediamento di Gerardo Antelmo sullo scranno più alto del comune ha significato apertura di orizzonti e arrivo dell’occhio delle telecamere della Rai questa volta ma c’è da scommettere che Gerardo  porti nel centro collinare emittenti ancora più importanti.Bellissime le vedute che la rai ha mostrato con la collaborazione di Enzo Di Napoli uno che Cicerale lo conosce come le sue tasche.

 

La presentazione della festa dei ceci,la descrizione dei prodotti,la lavorazione del cece ciceralese,la descrizione dei tesori culturali e religiosi e la conformazione geografica e morgfologica del paese sono state le chicche che il bravissimo Rino Genovese ha lanciato da piazza Chiesa. Senza tralasciare l’importanza della Diga.Oggi si comprende il perchè di tanto legame tra gli abitanti di Cicerale e la loro terra.Non più telecamere per il canile ma una vera e propria full immersion in qualità ancora nascoste al grande pubblico tra prodotti tipici e bellezze storiche.

 

Il Cilento è anche questo e il sindaco Gerardo Antelmo ha detto:”Saremo la locomotiva della cultura e della produzione,abbiamo risorse e bellezze,nulla ci sarà precluso”.Antelmo fa riferimento anche alla zona industriale e alle bandiere blu di Capaccio Paestum,Agropoli e Castellabate comuni sui quali Cicerale si affaccia come da un balcone naturale,una terrazza sul mare pulito e sui luoghi storici.Tutto molto bello.Grazie a Rai 3 ma anche a Gerardo Antelmo un sindaco che aveva promesso in campagna elettorale la ripresa dei tesori.Si quei tesori che punta a far diventare risorse.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.