ATTUALITA'

LAVORI SULLA CILENTANTA,DISAGI PER UNA QUINDICINA DI GIORNI

Dal 1 ottobre disagi per chi percorre la Cilentana lasuperstrada veloce che taglia il parco e collega il Cilento nord e il Cilento sud.Si tratta di una  serie di interventi di pavimentazione stradale su alcuni tratti tra i più ammalorati della S.P. 430 Cilentana. «Si partirà lunedì – afferma Domenico Ranesi , dirigente provinciale per Viabilità ed Infrastrutture – con una prima spesa di 90mila euro per ripristinare il manto stradale in alcuni punti della Cilentana, quindi ulteriori interventi verranno compiuti per un importo di ulteriori 210mila euro, entro la fine del prossimo mese». In particolare: dal 1 al 12 ottobre prossimi, dalle ore 8 alle 18 del pomeriggio, si viaggerà a senso unico alternato su alcuni tratti della Cilentana che ricadono sui territori di Prignano Cilento, Rutino e Perito, dal km 112,800 al km 118,100 per favorire la messa in opera di asfalto. Potrebbero quindi registrarsi disagi e rallentamenti, considerato che la circolazione veicolare sarà regolamentata da impianto semaforico. Il rifacimento del piano viabile dissestato è previsto anche sulla SR ex SS 267, nei tratti tra Agropoli e Laureana Cilento. Un tratto di circa 6 km, compreso tra il km 8,300 al km 14,100, che risulta disagevole e pericoloso per i veicoli in transito. Altro intervento è quello relativo alla messa in sicurezza e rifacimento della Strada Provinciale 46 tra i Comuni di Lustra e di Laureana Cilento, per circa un chilometro. L’intervento prevede una spesa di 51mila euro. Sono diversi gli interventi avviati dall’Ente provinciale, ma ne restano numerosi che attendono un intervento da troppo tempo. Per rimanere sull’argomento Cilentana, sono tante le criticità, che costituiscono pericolo per l’incolumità di chi la percorre. Numerose sono le problematiche che il guidatore si trova a fronteggiare. Da Agropoli alla galleria di Prignano Cilento persistono almeno tre restringimenti, alcuni dei quali per diversi metri, circoscritti da new jersey. Allo svincolo Nord di Agropoli, è stato compiuto un intervento tampone, non risolutivo, per la frana in atto; c’è poi da risolvere il problema dell’illuminazione che risulta out da mesi alla rotatoria di uscita, allo svincolo Agropoli nord e che limita notevolmente la visibilità, sulla ex SS 267. Persistono poi le “storiche” frane che contraddistinguono l’arteria a scorrimento veloce: tra Vallo della Lucania dopo la galleria (chiusa per crollo di calcinacci e riaperta giovedì scorso); a Montano Antilia e tra Futani e Foria di Centola, dove sono presenti due frane: da una parte è crollata parte della carreggiata lato valle, mentre dall’altro lato è venuta giù un pezzo di collina.Andrea Passaro

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.