ATTUALITA'

PIAZZA AFFARI CHIUDE IN POSITIVO

 

Piazza affari chiude in rialzo la prima giornata della settimana lo fa grazie a numeri importanti capaci di restare al passo con tutti i paesi europei.

Il Ftse Mib ha chiuso la prima seduta della settimana poco mosso, con un +0,08% a 22.764 punti.

La giornata e’ stata priva di spunti particolari, mentre domani alle 13h30 l’attenzione degli investitori si rivolgera’ all’inflazione americana di febbraio.

A piazza Affari gli acquisti si sono concentrati su Poste I. (+1,7% a 7,42 euro) che ha festeggiato un doppio upgrade: JPMorgan e’ passata da neutral a overweight, con prezzo obiettivo che sale da 6,62 a 9 euro, mentre Equita  Sim ha alzato la raccomandazione da hold a buy.

Italgas (+2,37% a 4,658 euro) ha accelerato al rialzo con la pubblicazione dei risultati del 2017 che a detta di un analista sono stati molto buoni e superiori alle attese del consenso. L’a.d. del gruppo Paolo Gallo si e’ dichiarato estremamente fiero dei risultati raggiunti.

Leonardo Spa ha guadagnato lo 0,78% a 9,258 euro. Banca Akros ha evidenziato che L’Arabia Saudita prevede di acquistare 48 jet da caccia Eurofighter Typhoon.

Tra i bancari Ubi B . +1,5%, Intesa Sanpaolo  +0,44%, Mediobanca  -0,1%, Unicredit  -0,41%, Banco Bpm  -0,47% e Bper  -0,99%.

Telecom I. (-1,42% a 0,8202 euro) si e’ presa una pausa dopo l’ottima performance recente con gli analisti che mantengono comunque sul titolo le proprie raccomandazioni positive in attesa delle prossime mosse del fondo Elliott e di Vivendi .

Sul resto del listino si segnala Saras  (+7,65% a 1,83 euro) che ha accelerato al rialzo con i conti 2017 e il nuovo piano al 2021 superiori alle aspettative.

Creval (+3,89% a 0,1121 euro) ha continuato a salire dopo il +6,62% di venerdi’, sempre grazie al buon esito dell’aumento di capitale da 700 mln euro.

Enav ha guadagnato il 2,32% a 4,318 euro dopo la pubblicazione dei risultati del 2017 che hanno evidenziato un utile netto pari a 101,5 mln euro (+32,9% a/a). Il dato ha superato le attese di Banca Akros (94,6 mln euro), Mediobanca  Securities (95 mln euro), Banca Imi (96,1 mln euro) ed Equita  Sim (98 mln euro). Il Cda di Enav  ha poi approvato il piano industriale 2018-2022, che prevede nel periodo un totale di 650 mln euro di investimenti. Nel periodo del piano, i ricavi netti sono previsti in aumento ‘low single-digit’, ovvero tra l’1% e il 4%. La societa’ prevede di proporre un dividendo in crescita annua del 4% a partire da quello 2018, pari a 101 mln euro.

In rosso Astaldi  (-3,64% a 2,436 euro) in scia alle indiscrezioni di stampa secondo cui il gruppo potrebbe effettuare un aumento di capitale da 300 mln euro dai precedenti 200 milioni, senza procedere con l’emissione di strumenti finanziari per altri 200 milioni. Un portavoce di Astaldi  interpellato da MF-Dowjones non ha commentato i rumors di stampa.

 

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.