ATTUALITA'

RIAPERTA LA STRADA CHE COLLEGA CAPACCIO A PAESTUM

CAPACCIO PAESTUM. Riapre la strada provinciale 13. Dai ieri, infatti, l’importante arteria è nuovamente transitabile. Era stata chiusa lo scorso 25 settembre a seguito della caduta di tre massi sulla carreggiata, in località Pietrale, lungo il primo tratto che conduce a Capaccio capoluogo. Ieri mattina, a Palazzo di Città è giunta l’ordinanza di riapertura, emessa dalla Provincia, che detiene la competenza sull’arteria.
I rilievi lungo il costone sono stati eseguiti dai rocciatori ed esperti ed hanno consentito di quantificare l’area da bonificare e mettere in sicurezza l’importante arteria stradale.
I rocciatori hanno provveduto al disgancio dei massi pericolanti. La Provinciale 13 collega la Piana con l’area collinare del capoluogo ed è molto trafficata. Fino a quando la Sp 13 non è stata riaperta chi doveva recarsi al capoluogo ha utilizzato la Capaccio – Paestum percorribile solo per i mezzi leggeri. Mentre i mezzi pesanti, compresi i pullman che trasportano gli studenti, hanno utilizzato le Provinciali 83 e 137 che da Trentinara, Giungano giungono alle Mattine, località ai confini tra Agropoli e Capaccio.
I lavori di messa in sicurezza del costone roccioso, che sovrasta la Sp 13, sono stati eseguiti dall’impresa di rocciatori di Ferdinando Valentinodi Palma Campania per un importo di 14.956,48 euro più Iva. Soddisfatto il sindaco Franco Palumbo per la celerità delle opere in tempi celeri.
«Abbiamo completato in tempi record i lavori di messa in sicurezza del costone roccioso così da poter restituire ai cittadini una strada di importanza fondamentale per raggiungere il capoluogo». La rapidità degli interventi ha evitato ulteriori disagi ai cittadini che, inevitabilmente, sono stati causati dalla chiusura della Provinciale particolarmente trafficata. (an. sa.)

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.