ATTUALITA'

SALERNO,LA CRISI DEL QUOTIDIANO LA CITTÀ ARRIVA SUL RAVOLO DEL SINDACO

Cinque giorni di sciopero e tanti interrogativi per i giornalisti del quotidiano La Città che questa mattina, presso il Comune di Salerno, hanno convocato una conferenza stampa per accendere i riflettori sulla loro vertenza. Alla presenza del Sindaco Vincenzo Napoli e del presidente dell’ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, i giornalisti del quotidiano salernitano hanno espresso parere contrario a ogni ipotesi di licenziamento.

E’ stato ribadito, nel corso dell’incontro al Comune,  che i tagli avviati con il documento aziendale non trovano alcun fondamento nei dati contabili della Edizioni salernitane (come emerge dal saldo attivo dell’ultimo conto di esercizio depositato in Camera di commercio) e che negli ultimi due anni i giornalisti hanno acconsentito a enormi sacrifici economici che hanno permesso all’azienda cospicui risparmi sul costo del personale.

A fronte di ciò l’azienda ha invece continuato ad avere atteggiamenti dubbi, drenando risorse in favore di progetti editoriali riferibili ad altre sigle societarie. È quindi evidente come i licenziamenti annunciati  siano frutto di un progetto precostituito, avviato già nel 2017 con la cessione della testata a una società fiduciaria (con proprietà schermata) e culminato ora con la stesura di quella “black list” che il precedente direttore responsabile, nel suo editoriale di saluto, ha spiegato di avere reiteratamente rifiutato di stilare.

Un’azienda che, al contrario, volesse ancora sostenere di avere come obiettivo il mantenimento del prodotto “la Città” ha il dovere di tornare al tavolo delle trattative sindacali (così come già chiesto anche dagli organismi di categoria), tavolo che ha abbandonato, in maniera unilaterale e immotivata, prima ancora che si iniziasse a discutere di qualsiasi ipotesi di riorganizzazione.

VIDEO

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.