ATTUALITA'

UCCISO DAI TEDESCHI NEL 1945 RITORNANO A MINORI LE SPOGLIE DEL MARINAIO SALVATORE AMATRUDA [FOTO]

È un giorno particolare, questo, per Minori. Dopo oltre settant’anni i resti mortali di Salvatore Alfonso Amatruda, marinaio cannoniere della Regia Marina impegnato sul fronte balcanico nel 1943 torneranno nel suo paese natale. Stamani il sindaco Andrea Reale a rappresentanza della città di Minori, col figlio (che si chiama Salvatore Amatruda e che mai conobbe suo padre) ed i nipoti Costantino e Tonino Amatruda, si sono recati presso il Mausoleo delle Fosse Ardeantine di Roma per il ritiro dei resti del loro congiunto. Salvatore Amatruda, chiamato alle armi nel 1940, fu attivo sul fronte greco-albanese durante il secondo conflitto bellico presso cui venne catturato dai tedeschi. In prima istanza dichiarato “disperso”, in un secondo momento furono recapitate alla moglie la fede nuziale e la piastrina con numero di matricola dalla quale si comprese che il loro caro era ormai morto. Da allora la moglie prima e successivamente i figli si misero alla ricerca delle sue spoglie. Operazione che si interruppe con la morte del figlio Costantino che voleva rimpatriare la salma.

sergio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.