CRONACA

ACCIAROLI GRIDA: “VOGLIAMO LA VERITA'”ANCORA SENZA UN NOME IL KILLER DI ANGELO VASSALLO,IL FIGLIO ANTONIO IN LACRIME

 

Una marcia piena di significato quella di Acciaroli anche se i soliti ben pensanti sono convinti che lo sfondo politico non manca.Sindaci, Amministratori locali, semplici cittadini. Oltre 500 persone ieri pomeriggio in marcia ad Acciaroli per ricordare Angelo Vassallo, il sindaco Pescatore e per chiedere una proroga delle indagini. Erano poche molto poche rispetto alla richiesta di prolungare le indagini e di non far calare il silenzio su questo assassini feroce e pieno di rabbia. “Non possiamo più vivere senza conoscere chi ha ucciso mio padre” in lacrime Antonio Vassallo ha chiesto l’intervento del ministro Minniti per continuare ad indagare e fare chiarezza sul barbaro omicidio. In prima linea anche l’ex governatore Antonio Bassolino.

Nove colpi di pistola hanno spezzato la vita del sindaco di Pollica e stravolto quella dei suoi familiari. Venne ucciso il 5 settembre 2010 ad Acciaroli in una stradina secondaria, non lontano dal porto. Ora dopo l’ennesima proroga, scaduti i termini per le indagini, l’assassino di Vassallo resterà senza nome.

“Sono ancora troppe le domande che non conoscono risposta – ha detto Dario – Perché nel luogo dove fu ucciso Angelo c’erano 17 persone e l’area non fu transennata?“.

Perché chi abita nei pressi del luogo dell’omicidio dice di non aver sentito nulla?” ha rincarato la dose il sindaco di Pollica Stefano Pisani, vice ai tempi di Vassallo. A sostenere la famiglia alla marcia, partita alle 14.30 dal porto, c’erano tanti semplici cittadini e molti amministratori locali.

In prima fila il Comune di Bologna, Napoli, Peschici, Casalnuovo di Napoli, il vice presidente della Provincia di Foggia e il Comune di Castelnovo ne’ Monti in provincia di Reggio Emilia. Oltre a molti sindaci e amministratori cilentani, anche il parlamentare uscente Simone Valiante e l’ex governatore Antonio Bassolino.

Commossa la vedova di Vassallo ha ringraziato tutti i presenti. “Abbiamo bisogno di giustizia e chiarezza – ha detto il figlio Antonio – Non viviamo in un territorio di camorra ma qui è successo un fatto mai accaduto prima. Vi ringraziamo con molta forza e sincerità per questa partecipazione. Vogliamo solo la verità.

 

Pubblico 2018 Vassallo In ricordo di Angelo Vassallo 2018 Marcia in ricordo di Angelo Vassallo Antonio Vassallo

Un momento della “Marcia per Angelo”, che si è svolta ad Acciaroli, nel Cilento, per chiedere che non vengano archiviate le indagini sull’assassinio di Angelo Vassallo, ex sindaco di Pollica ucciso la notte del 5 settembre del 2010.
ANSA
admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.