CRONACA

ALLA STAZIONE DI PAESTUM DA UN PASSAGGIO AD UN GIOVANE IMMIGRATO E GLI PUNTA LA PISTOLA PER RAPINARLO

I CARABINIERI SULLE TRACCE DEL CINQUANTENNE AUTORE DELLA MESCHINA RAPINA

Rapina a mano armata presso la stazione ferroviaria di Paestum: vittima un giovane originario del Mali, ospite del centro di accoglienza di Santa Venere. L’episodio è avvenuto questa mattina alle ore 11.30 nei pressi dell’incrocio semaforico dell’area archeologica: il migrante malese, S.D. di 26 anni, stava camminando lungo la cinta muraria per raggiungere la stazione pestana, quando è stato avvicinato da un automobilista, un italiano di circa 50 anni, che gli ha offerto un passaggio.

L’extracomunitario, colpito dal gesto di cortesia, ha accettato l’invito ed è salito a bordo ma, una volta nell’auto, è stato minacciato dall’uomo, che gli ha puntato una pistola alla testa intimandogli di consegnargli tutto il denaro che aveva con sé: a quel punto l’extracomunitario, atterrito, gli ha dato immediatamente tutti i soldi, 84 euro, prima di essere scaraventato fuori dallo sportello e lasciato sul ciglio della strada. Sotto choc, ha raggiunto poi a piedi la stazione, dalla quale ha avvertito i responsabili del centro migranti sulla rapina subita. Immediata la denuncia ai carabinieri della Stazione di Capaccio Scalo, diretti dal m.llo Valentino Romano, che ora indagano sull’accaduto con il coordinamento della Compagnia di Agropoli, agl’ordini del cap. Francesco Manna. FONTE STILETV

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.