CRONACA

ANGRI,CONDANNATO L’ISTRUTTORE DI BASKET MOLESTAVA UN ALLIEVO DI 11 ANNI DI SCAFATI

Angri-Una storia turbe in grado di rimuovere le coscienze e di far pensare non poco.La sentenza di primo grado emessa ieri dal Tribunale di Nocera Inferiore segna una pesante “bastosta” per l’uomo che si era sempre difeso dalle accuse con tutte le sue forze negando i fatti di cui era accusato. È stato condannato a sei anni e sei mesi di carcere il maestro di basket accusato di molestie sessuali: la sentenza è arrivata nel primo pomeriggio di ieri dopo la camera di consiglio, con un incremento rispetto ai sei anni chiesti dal pubblico ministero.’imputato, difeso dagli avvocati Giovanni Annunziata e Giovanni Palumbo, è un ragazzo di 26 anni di Angri. La vittima, presunta, un ragazzino di soli 11 anni. I fatti risalgono alla fine del 2015. A far scattare l’inchiesta della procura fu la denuncia dei genitori del piccolo, allievo in una scuola di basket guidata dall’imputato, che in questo caso rivestiva il ruolo di istruttore. Stando a quanto riferito dai genitori e confermato in parte dal piccolo, durante un incidente probatorio voluto dagli inquirenti per cristallizzare le accuse, il ragazzino era finito al centro delle attenzioni insistenti, ambigue e morbose del suo maestro.Nel corso del dibattimento erano stati acquisiti agli atti anche i messaggi scambiati via cellulare, «oltre seicento in circa 5 mesi», come riferito in aula dal maresciallo che si occupò dell’informativa, per una media superiore di dieci volte rispetto al numero di tutti gli altri contatti telefonici totali, con numerose conversazioni notturne.Ieri è arrivata la condanna in primo grado ma solo tra due mesi con le motivazioni si capirà il ragionamento dei giudici e per la difesa si aprirà la possibilità di ricorrere in appello.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.