CRONACA EDITORIALE

BATTIPAGLIA E’ UNA CITTA’ SCONVOLTA PER LA MORTE DI MATTEO RINALDI di Sergio Vessicchio

Battipaglia è una città di grandi valori, virtuosa più delle altre sui rapporti umani dove l’amicizia,la parentela,il sostegno,la famiglia sono le colonne sulle quali vive questo pezzo di terra di circa 80.000 anime giovane ma ricchissimo di valori appunto. Battipaglia non teme confronti con nessuno per quanto concerne i rapporti umani.Figuriamoci ora che vede un suo pargoletto morto sull’asfalto a soli 17 anni bello,vispo,pieno d’entusiasmo nonostante la scomparsa recente della madre che ne aveva praticamente offuscato la crescita ma che pian piano si stava riprendendo anche grazie all’aiuto del papà che tanto stava facendo per far superare al ragazzo la morte shock della madre.E invece Battipaglia piange anche lui,questa città profondamente colpita,non meno delle altre,ma con sentimenti sicuramente più delle altre.In ogni comunità quando c’è una morte come quella del povero Matteo il lutto è comune ma in questa grande città questi eventi si sentono con maggiore sentimento per il legame autorevole che la gente ha con la propria città.Per capire Battipaglia basta trovarsi un amico sul posto,avere delle frequentazioni con qualche battipagliese,frequentare delle famiglie di questa città.Si scoprono valori altissimi,non comuni,difficilmente imitabili.Eppure è una città dove la delinquenza è tanta,la malavita pure,ma i valori sono così eccelsi che è imbarazzante per quanto sono piacevoli.E questa gente oggi piange Matteo come ha pianto per tanti giovani e lo fa con rabbia e incredulità.E poi Matteo è morto proprio in quel viale al quale i battipagliesi hanno dato il nome di Libertà.Quella libertà per la quale i battipagliesi hanno lottato ottenendo l’autonomia un secolo fa e questo fa ancora più rabbia.Matteo doveva essere libero di scorrazzare,di vivere,di crescere e invece è morto nella sua libertà.Un comunità di valori ancora colpita nell’orgoglio e nel cuore. Battipaglia è grande,ha un grande sentimento ma oggi si fa piccola piccola davanti all’ennesima tragedia.Questo ragazzino ci ha commossi per la sorte che ha avuto,la speranza che sia un angelo e che guardi e protegga  la sua città,una grande città ,come Battipaglia,unica per valori ma oggi distrutta nel sentimento.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.