CRONACA

BATTIPAGLIA COME GERICO,UN SENZATETTO COLTO DA UN PROBABILE INFARTO, VIENE SOCCORSO IN RITARDO/IL MOTIVO

BARRIERE IN VIA ITALIA IMPEDISCONO L’INGRESSO ALL’AUTOMBULANZA

BATTIPAGLIA: Via Italia, come Gerico. La città del medio oriente, famosa per i suoi muri a difesa del proprio territorio da Gerusalemme, ha un analogia con la città di Battipaglia. L’assioma è d’obbligo, in quanto, nel tardo pomeriggio di ieri, intorno alle ore 17,15 circa, un senzatetto di circa 65/70 anni, si è accasciato al suolo, colto, con molte probabilità, da un infarto. Immediatamente soccorso da alcuni passanti, gli stessi hanno immediatamente allertato il 118, che ha inviato entro 5 minuti, una ambulanza dalla vicina Eboli. Il problema però, si è palesato allorquando l’ambulanza non ha potuto accedere sul luogo dove il malcapitato si è sentito male. Via Italia, infatti, era chiusa da 3 dei 4 lati di acceso, con piante allocate in un contenitore dal grosso peso e soprattutto ingombranti. Dall’altro accesso la stessa medesima vicenda deplorevole, un piccolo pilastro di cemento, non ha consentito di accedere sul luogo e quindi gli uomini del 118, hanno dovuto percorrere un’altra strada e comunque parcheggiare l’ambulanza a diverse decine di metri.

Un problema che si è verificato per l’ennesima volta, in quanto, già nei giorni passati, alcune persone colte da malore, ho cadute rovinosamente a terra, a causa della pavimentazione dissestata, hanno riscontrato lo stesso problema. Eppure nulla si è mosso, affinchè i mezzi di soccorso, unitamente al servizio d’ordine degli stessi vigili urbani, nonché Polizia e Carabinieri, potessero accedere alla importante strada, per una problematica grave come quella di ieri sera. Eppure, a quanto sembra, nonostante i ripetuti casi verificatisi, nessuno ha provveduto a rimuovere quelle barriere architettoniche create, non si sa il perché, da chi è forse disinteressato o sprovveduto, nel considerare un mezzo di soccorso, che dovesse accedere in quella strada.

L’uomo, ad ogni modo, sotto le cure attente dei medici del 118 e degli infermieri, è stato curato sul posto, ma trasferito, dapprima su una sedia alla lontana ambulanza e poi disteso sulla lettiga e trasportato all’ospedale di Battipaglia. Una scena davvero raccapricciante, che pone in essere quanto inadeguato fosse il sistema sicurezza in questa città, a prescindere i manifesti pubblicitari, di assessori nuovi a difesa ed a salvaguardia del territorio, pur di rendere più agevole la vita per le strade della città. Molte le persone a constatare il fattaccio e ci si augura, quindi, che vengano immediatamente rimosse quelle assurde barriere, che circondano via Italia, ed il municipio antistante. Ad ogni modo, l’uomo ricoverato è stato sottoposto immediatamente alle prime cure del caso e ricoverato quindi alla locale sede del pronto soccorso. Non è in pericolo di vita. E’ un senzatetto e senza una fissa dimora. Dorme dove gli capita ed appariva anche denutrito. Qui è Gerico. Mura irte per evitare l’accesso a cosa?Giovanni Coscia

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.