CRONACA

CAPACCIO PAESTUM,I VIGILI INCASTRANO BABY SPACCIATORI DAVANTI ALLA PALESTRA COMUNALE

La palestra comunale è diventata luogo di spaccio per i baby puscher del comune di Capaccio Paestum.Questo non poteva sfuggire al controllo dei vigili urbani i quali con un blitz hanno,sabato notte,sorpreso e fermato un gruppo di giovani,ne hanno denunciato uno e hanno segnalato gli altri all’autorità giudiziaria.Al termine dell’operazione i ragazzi venivano nuovamente affidati ai propi genitori.

L’OPERAZIONE

L’operazione rientra a pieno titolo  nell’ambito delle attività di monitoraggio e controllo del territorio da parte degli uomini della Polizia Municipale di Capaccio Paestum coordinati dal ten. Antonio Rubini  disposte dal sindaco, Franco Alfieri, finalizzate tra l’altro a tutelare il patrimonio comunale utilizzato impropriamente da terzi per fini non istituzionali, in sinergia con il consigliere comunale delegato alla Sicurezza Urbana, Pasquale Accarino.

LE INDAGINI

Da tempo  gli uomini della sezione polizia giudiziaria, guidata dal tenente  Marco Guerra, osservavano e controllavano, a distanza, alcuni baby spacciatori del luogo che, inverosimilmente, come piazza del loro malaffare, utilizzavano una struttura del Comune cui accadevano negli orari di chiusura e dove avevano creato un’apertura ricavata nella recinzione.Quindi il blitz e l’intervento che per il momento mette fine allo spaccio della palestra comunale anche se ci sono molte altre zone nelle quali avviene lo spaccio.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.