CRONACA

EBOLI,MORSO DA UNA VIPERA SULL’AVERSANA NEL SUO ORTO

Morso da una vipera mentre lavora nel suo orto. Un 61enne di Eboli è finito in ospedale per il morso del rettile sbucato tra le piante della sua campagna in zona Aversana.L’uomo ha avvertito un forte dolore alla mano destra dopo il morso. E’ stato il figlio del 61enne a portarlo in ospedale dove i sanitari gli hanno iniettato il siero antivipera.

Che cosa fare (e non fare) in caso di morso di vipera

Le vipere sono gli unici serpenti velenosi in Italia e raramente colpiscono l’uomo. Dolore localizzato, ecchimosi fino a nausea, vomito, abbassamento della pressione sono i sintomi caratteristici. Ecco un vademecum su come comportarsi in caso di morso da vipera stilato con la consulenza della dottoressa Franca Davanzo, direttore del centro antiveleni dell’Ospedale Niguarda di Milano: «È molto importante mantenere la calma e immobilizzare la parte interessata dal morso. Il siero sarà eventualmente somministrato in ospedale»

 

 

Le vipere in Italia

Le uniche specie di rettili velenosi che sono presenti in Italia appartengono alla famiglia dei viperidi e sono la Vipera aspis (la più diffusa), la Vipera berus (marasso; diffusa sull’Arco alpino fino in alta quota e statisticamente prima in Europa per morsicature), la Vipera ammodytes (vipera dal corno; diffusa sull’Arco alpino e Prealpino orientale), ed infine la Vipera ursinii (diffusa sui Monti Sibillini e Gran Sasso). L’ avvelenamento conseguente al morso di vipera tuttavia, rappresenta un evento poco comune in Italia.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.