CRONACA

INCIDENTI EMERGENZA IN CAMPANIA,SUPERATO IL LIVELLO DI GUARDIA

E’ critica la condizione della sicurezza stradale in Campania. Secondo gli ultimi dati Aci-Istat, nel 2017, aumentano gli incidenti (+1,5%) ma anche i morti (+11%). Solo per i feriti si osserva un lieve miglioramento (-0,9%). Non cambia la situazione nemmeno nella provincia di Salerno dove, nel 2017, sono stati registrati 2.492 sinistri stradali che hanno causato ben 54 morti e 3.418 feriti.

Maglia nera Napoli la cui provincia vanta 5625 sinistri di cui 2374 nel solo capoluogo. Incidenti che hanno causato 95 morti e 7325 feriti. A Caserta negli incidenti stradali si muore due volte e mezzo in più rispetto al resto d’Italia. Del resto in Campania il tasso di mortalità è pari a 2,4, nettamente più elevato dell’1,9 registrato a livello nazionale.

NEL DETTAGLIO

Complessivamente, nell’intera regione Campania si registra una recrudescenza del fenomeno incidentalità stradale. Le persone che hanno perso la vita per questo motivo, infatti, sono aumentate di ben l’11% (sono 242 in termini assoluti).

In base ai costi generali medi per sinistro stradale, calcolati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si può stimare che, in Campania, il costo sociale annuo degli incidenti è pari a un miliardo e 200 milioni di euro: in pratica, i sinistri incidono sull’intera collettività con un costo medio pro capite pari a 206 euro all’anno.

Si ricorda che, in base alla Convenzione di Vienna del 1968, nelle statistiche ufficiali sono inclusi solo gli incidenti stradali censiti con danni alle persone (morti o feriti) ed i deceduti sul colpo o, comunque, entro il trentesimo giorno dalla data del sinistro.

comunicato stampa
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
http://www.agropolinews.it/