CRONACA

NUOVA RETATA DI SPACCIATORI ARRESTATO ANCHE ANTONIO MARMO FIGLIO DEL SINDACO DI SAN RUFO/I NOMI

Una nuova retata anti droga.Sette misure cautelari per droga e armi. A finire nei guai anche un salernitano di San Rufo, insieme agli altri componenti della banda residenti a Casola di Napoli, Lettere e Torre Annunziata. L’operazione è stata condotta dai carabinieri di Castellammare di Stabia.

I sette sono accusati, a vario titolo, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti nonché detenzione e porto abusivi di armi. Due persone sono state arrestate e sono finite in carcere, tre ai domiciliari mentre a due è stato notificato il divieto di dimora nella provincia di Napoli.

I militari hanno indagato sui canali di approvvigionamento per piazze di spaccio nelle province di Napoli e Salerno a cui arrivavano rifornimenti di marijuana e cocaina. I reati contestati, secondo quanto riferiscono i carabinieri, stati commessi tra l’ottobre 2017 e il marzo 2018.

ECCO CHI SONO I COINVOLTI NELL’OPERAZIONE

Stando alle ricostruzioni dai monti Lattari partivano i rifornimenti di droga per le piazze di spaccio del salernitano. A gestire l’affare erano due famiglie ritenute legate al fruttuoso business delle piantagioni di canapa indiana. Insieme ai coltivatori, tra gli arrestati ci sono un benzinaio di Torre Annunziata e Antonio Marmo, figlio del sindaco di San Rufo.

In carcere vanno Ciro Sabatino, 45 anni, di Pimonte, noto come Cipriano, residente a San Rufo, e Giuseppe Sudano, 31 anni, di Salerno. Ai domiciliari, invece, Antonio Marmo, 26 anni; Ciro Gargiulo, 55 anni, detto ‘o biond, di Lettere; Antonino Di Lorenzo, 52 anni, alias ‘o lignammone, pregiudicato di Casola. Divieto di dimora in provincia di Napoli per C.D.L., 23 anni, al momento ai domiciliari a Casola, e P.O., 40 anni, benzinaio di Torre Annunziata.Antonio Lucibello

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.