CRONACA

PER I RAID NOTTURNI A SALERNO TUTTI CONDANNATI I GIOVANI DELL’AGRO/I NOMI

Ventotto anni e sei mesi di carcere, ovvero tre anni e due mesi a ciascuno dei nove ragazzi, tutti dell’Agro, accusati di essere gli autori dei raid alle auto in sosta a Salerno. Per loro è scattata anche l’interdizione dai pubblici uffici per la durata di cinque anni. Lo ha deciso il gup Piero Indinnimeo ad un anno dalla bravata che portò al danneggiamento di numerose auto in sosta.

Nel corso della notte tra il 10 e l’11 ottobre 2017, i nove ragazzi, a bordo di due automobili, colpirono con le loro armi ad aria compressa almeno 60 vetture parcheggiate in strada, a Salerno, mandando in frantumi lunotti e finestrini. Gli atti vandalici vennero registrati dai sistemi di video sorveglianza. I nove entrarono  in azione nel centro di Salerno, nel tratto che va da via generale Clark a via Benedetto Croce.

Furono gli uomini della squadra mobile di Salerno ad identificare ed arrestare gli autori dei raid vandalici grazie anche ai nastri delle telecamere di videosorveglianza. I raid vandalici erano stati posti in atto anche a Cava de’ Tirreni.

Per quella bravata dai risvolti penali sono stati condannati il 29enne Ciro Torino , detto “l’aulivaro”, 29 anni, i gemelli ventenni Carlo e Gaetano Verde, Francesco Iaquinandi , 24 anni, Corrado Fiamma , 20 anni, Roberto Pagano ,21 anni, Antonio Marrazzo , 21 anni, Alfonso Ciancia , 19. Tutti di San Marzano sul Sarno. L’unico paganese è Antonio Iaccarino , 30 anni. Gli imputati erano difesi dagli avvocati Guglielmo Scarlato , Resia La Mura e Anita Adella

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.