CRONACA

RAPTUS DI GELOSIA,SFREGIA IL VOLTO DELLA EX FIDANZATA E DI UN’ALTRA RAGAZZA

Raptus di gelosia. Sfregia la ex fidanzata, che rimedia un taglio al volto, e l’amica. La scena di violenza è accaduta l’altra notte sul litorale Magazzeno, all’uscita di un disco-bar. Le donne ferite sono due giovani di origine marocchina, residenti tra Salerno e Pontecagnano. L’aggressore è un loro connazionale che si è reso irreperibile. Sull’accaduto indagano i carabinieri della compagnia di Battipaglia, guidata dal maggiore Vitantonio Sisto . Le ferite sono state soccorse e portate in ospedale. L’attesa fuori dal locale, il furioso battibecco e poi la lama che brilla sotto i riflettori del locale. Un’azione in rapida sequenza. Lui è adirato e si mostra molto aggressivo. Lei si difende, cercando di guadagnare l’uscita mentre l’amica gli fa da spalla.

IL FERIMENTO

È allora che tira fuori forse una “molletta” e punge più volte. La lama va diritto al volto, proprio per lasciare il segno. La giovane, colta di sorpresa, non schiva il colpo. Il sangue sgorga copioso. Prima di abbandonare il campo, l’aggressore ha il tempo di accoltellare anche l’amica. Le grida delle ragazze ferite attirano l’attenzione degli altri avventori. Intorno a loro si forma un campanello di gente mentre partono a scarica le telefonate ai numeri di emergenza. Sul posto viene indirizzata un’ambulanza del 118 col medico e i volontari del Vopi. Le ragazze vengono trasferite al pronto soccorso dell’ospedale Ruggi di Salerno. Le loro condizioni non sono gravi, tutto viene limitato ad una medicazione. La prognosi più lunga è di due settimane. Le marocchine, che sono regolari e si esprimono in un buon italiano, raccontano per interno la disavventura vissuta. Parlano dell’ex fidanzato, roso dalla gelosia, che le ha aggredite all’uscita della disco-bar dove avevano trascorso il sabato sera. I militari dell’Arma avviano un’attività di ricerca e perlustrazione del territorio. Cercano invano il marocchino geloso che è riuscito a far perdere le sue tracce. Di lui hanno tutti i riferimenti per identificarlo. Si procederà di sicuro per l’ipotesi di lesioni personali dopo la querela delle ragazze. Da vagliare, invece, quella di stalking. A scatenare la reazione sarebbe stata l’eccessiva possessività dell’ex fidanzato che, davanti all’ipotesi di non poterla avere più, ha deciso di lasciargli un segno indelebile. Solo per una serie di fattori fortuiti il taglio non lascerà il segno. Quello fisico, però.

Massimiliano Lanzotto

comunicato stampa
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
http://www.agropolinews.it/