CRONACA

SALERNO, PER LE 26 DONNE MIGRANTI MORTE NEL CANALE DI SICILIA ARRIVANO LE CONDANNE

Giustizia è stata fatta per le 26 donne morte in mare e recuperate nel canale di Sicilia il 5 novembre 2017. Dopo quasi un anno e mezzo è arrivata la condanna per i due scafisti, che dovranno scontare 6 anni ciascuno. I due furono riconosciuti dia migranti della Cantabria, la nave spagnola che approdò nel porto di salerno con diversi corpi a bordo. Lo scrive Il Mattino oggi in edicola

Le accuse nei loro confronti sono state favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed omicidio colposo, anche se in misura minore rispetto a quelli contestati inizialmente.

Infatti non tutti e 26 i decessi sono stati ricondotti ai due scafisti. Diverse le giovani che persero la vita, tutte ragazze o giovani donne dai 14 ai 20 anni. Solo per 5 dei decessi è infatti stato possibile ricostruire le dinamiche.

Gli esami autoptici sui loro corpi e i racconti di chi aveva vissuto con loro la prigionia in Libia in attesa della partenza, ha raccontato di inaudite violenze. Violenze che qualcuna di loro ha portato con se nella propria tomba, come quel feto che portava in grembo e che era frutto di un abuso sessuale subito.

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.