CRONACA

SALERNO,UN ALTRO AVVOCATO SI E’ SUICIDATO,LUCA BOTTONE HA LASCIATO UNA LETTERA

Ha generato sconcerto e anche clamore la notizia del suicidio di Luca Bottone, stimatissimo 42enne avvocato originario di Scala ma da tempo residente a Salerno, che stamani ha deciso di farla finita lanciandosi dalla Statale 163 Amalfitana nel vuoto dello spaventoso strapiombo denominato del “Cavallo Morto”, accessibile soltato via mare.

Un volo di un centinaio di metri durante il quale l’uomo ha urtato più volte contro la parete rocciosa fracassandosi il cranio e impattando col torace sulla sabbia della spiaggia sottostante. Un luogo da cui anticamente, specie nel periodo di mareggiate invernali, venivano lasciati discendere i cavalli morti o in fin di vita per evitarne la sepoltura, in passato teatro di diversi suicidi.

L’allarme è scattato nella tarda mattinata: l’auto di Bottone, un’Audi A4 berlina, di colore grigio, è stata notata per troppo tempo in sosta sulla Statale Amalfitana, proprio in prossimità di quel maledetto strapiombo.

Da diverse ore parenti e amici stavano cercando di mettersi in contatto con lui ma invano. Il suo telefono cellulare squillava a vuoto.

Intorno alle 10 e 30 attivate le ricerche con gli uomini della Capitaneria di Porto di Maiori e Salerno giunti via mare a bordo di un gomone e una motovedetta. Sulla strada i Carabinieri della Stazione di Maiori. Alle 11 il corpo senza vita dell’uomo è stato rinvenuto sulla spiaggetta col cranio fracassato.

La sua auto risultava avere innescata la chiusura di sicurezza. A pochi metri di distanza i Carabinieri ne hanno ritrovato la chiave. All’interno una lettera in cui l’avvocato avrebbe motivato la sua scelta, legata alla recente separazione dalla moglie, sua collega di lavoro.

Chi lo conosceva bene (perosna distinta e anche schiva) aveva notato una sua metamorfosi proprio nell’ultimo periodo, ma che non lasciava certo presagire questo epilogo, col male di vivere che aveva preso il sopravvento.

È un giorno triste, questo, per Scala e per la comunità della Costiera Amalfitana. Luca, persona seria e distinta era un professionista preparato. Brillante avvicato civilista e amministrativista era consulente legale di alcuni comuni della Costiera come Ravello e Maiori. Non aveva mai interrotto i legami con la Costiera e i suoi clienti, tantissimi, che ancora non credono a quanto accaduto.

Le indagini sono condotte dagli uomini della Capitaneria di Porto di Salerno e Maiori che hanno informato il magistrato di turno il quale ha disposto l’esame esterno della salma, trasferita, a bordo di una motovedetta, al porto di Maiori e, successivamente, con il carro funebre, presso la sala mortuaria del Cimitero di Maiori. Al termine dell’esame esterno ordinato dalla Procura, il medico legale potrebbe già liberare la salma e consegnarla ai familiari.FONTE IL VESCOVADO.IT