CRONACA

UN UOMO DI ASCEA PROMETTEVA FALSO LAVORO SU NAVI E YACHT ARRESTATO

Prometteva lavoro ben retribuito e e propinava i suoi incontri a Sapri.  Ma si trattava di una truffa e per questo reato un 60enne della Sicilia residente ad Ascea, già con precedenti compiuti in tutta Italia è stato arrestato dai Carabinieri di Sapri.

L’indagine è partita grazie ad una donna francese che da Nizza, in Francia, aveva raggiunto Sapri per un colloquio di lavoro. Avrebbe dovuto svolgere un impiego da manager a bordo di uno yacht di lusso ancorato al porto di Barcellona. Prima di partire però era necessario pagare in contanti circa 700 euro per un corso sulla sicurezza per il personale da imbarcare. Il truffatore, per rendere credibile la proposta, addirittura aveva fornito i biglietti del treno e della nave, per raggiungere la Spagna. Quando la malcapitata è giunta sul posto, però, non ha trovato nessuno ad attenderla. Ha contattato via e-mail l’organizzazione, apprendendo che la nave dove si sarebbe dovuta imbarcare aveva subito un incendio, quindi veniva invitata a rientrare a casa, con la promessa che nei giorni seguenti sarebbe stata ricontattata per un nuovo incarico. Da quel momento nessun’altra notizia. L’uomo, in arte “Ferkor”, parlava solo in inglese fingendosi israeliano ed era abilissimo nel simulare voci differenti al telefono.

L’ultimo tentativo di truffa, però, è stato smascherato grazie ai carabinieri che si sono presentati all’incontro documentando lo scambio di denaro e le proposte fittizie e hanno provveduto all’arresto in flagranza.Dalle indagini raccolta risulta che probabilmente l’uomo agiva in questo modo da tempo, forte del fatto che, truffando ragazze da tutta Europa e utilizzando ogni volta nomi e numeri differenti, sarebbe stato difficile rintracciarlo.

 COMUNICATO STAMPA CARABINIERI DI SAPRI

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.