EDITORIALE POLITICA

LA STANGATA DEL GOVERNO GENTILONI: + 26PER CENTO DAL PROSSIMO MAGGIO SULLE SRL di Giovanni Coscia

ROMA: Tutti e tutto contro il governo 5S e Lega, che di bravate, ad ogni modo, continua e continuerà a farne. Ma le tv si stato, unitamente alle poltrone dei cosiddetti talk show e rubriche di aggiornamento giornalistico, da RAI a Mediaset  per finire a LA7, non parla assolutamente di quanto avverrà il prossimo mese di Marzo. Tutti dimenticano o fanno finta di farlo. Non un trafiletto su un quotidiano qualunque. Ora si gioca al ribasso contro l’attuale governo, e si specula con proposte che prima avrebbero potuto proporre chi si ostina ad essere così propositivo, mentre ha zittito le sue eventuali proposte. Un servo? Ovvio. Ma qualcosa di grave si nasconde per le imprese italiane. Una bomba che esploderà nella metà di questo 2019. Gentiloni ed i suoi accoliti, senza fare nomi, sia chiaro, hanno nascosto nelle pieghe della legge di bilancio del 2018, un regalo particolare per le 815mila SrL Italiane ed i relativi 5milioni e 700mila che si vedranno alzare la tassazione del 14%, giungendo quindi ad un rialzo complessivo delle tasse del 70%. Va ricordato che attualmente la tassazione per le SrL è intorno al 50/55%. I soci delle aziende dovranno togliersi dalle tasche molti soldi per darli allo stato con ulteriore aggravio di spese per i lavoratori che percepiranno di meno sulla busta paga.

L’attuale governo, quindi, sarà attanagliato dalle aziende e dai lavoratori su una tassazione il cui padre è stato Gentiloni. La gente dimentica, ma noi NO. Infatti il regalo di Gentiloni è nascosto tra le pieghe del bilancio del 2018 approvata a dicembre del 2017 e quindi già in vigore, ed è valido per il 2019, quindi le SrL sono già belle e fritte. Gli effetti si vedranno a breve. Con l’Art 1, comma 999 e 1000, nonché seguenti, sono stati abrogati comma ed articoli  che normavano un particolare della tassazione delle srl introducendo in aggiunta a quanto già esistente in precedenza, una ritenuta secca del 26% A TITOLO DI IMPOSTA SUGLI UTILI IN QUALUNQUE FORMA CORRISPOSTI. In sostanza, nelle srl dove i soci sono soprattutto lavoratori, nella stragrande maggioranza, la tassazione fiscale previdenziale, può raggiungere il 70/75% del reddito imponibile fiscale, dichiarato dalla società e poi interamente prelevato dai soci come dividendo. Allo stesso esito, è intervenuto un deputato della Lega, ma nessuno ne ha dato notizia, a rimuovere questo decreto Gentiloni, per evitare una tassazione ulteriore alle piccole aziende. In pratica, una nuova Caporetto. Una Caporetto che grava sempre più sui cittadini, ma che ai comunisti giova come il trucco delle 3 carte o della campanella.

Ma per fortuna li ho smascherati. Fare proselitismo su questa legge sciagurata, di colore rosso profondo comunista, è dovere di ognuno di noi. Ci vuole una ,lotta serrata affinché venga abolita questa sciagurata legge.Giovanni Coscia

admin
Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.