forza italia
EDITORIALE

NESSUNO DI CAPACCIO PAESTUM E’ CANDIDATO ALLE POLITICHE,VI SPIEGHIAMO IL MOTIVO Di Sergio Vessicchio

Vi siete accorti che Capaccio Paestum è l’unico dei grandi centri della provincia di Salerno insieme a Vallo della Lucania a non avere candidati in  queste politiche?In tanti fanno finta di non capire,di far passare questa cosa sotto traccia.Potrebbero rispondere che Capaccio Paestum  ha un consigliere regionale dei 5 stelle(chiedetegli se restituisce un solo euro dei settemila che prende al mese) ma è così inutile e così assente che il 90% dei cittadini non sa che esiste e poi i cinque stelle non fanno testo,loro escono dal computer non appartengono alla società,provengono dal mondo virtuale e fanno di tutto per restarci perchè fa comodo stare li vista la loro incapacità.Quello di Capaccio Paestum è il simbolo dell’incapacità  e poi basta vedere la sua dichiarazione dei redditi prima e dopo la sua elezione al consiglio regionale,oppure gli si provi a chiedere come mai la moglie è stata assunta nella Bcc di Capaccio Paestum.Ma non era di questo che volevamo parlare in questo articolo,magari questo argomento lo snoccioleremo successivamente Questo soggetto in questo contesto non c’entra. Capaccio Paestum purtroppo ha un gruppo di deficienti tra maschi e femmine,una trentina di persone, che riesce a fare opinione in tutto il comune e condiziona negativamente l’andamento politico locale.L’arrivo dei social poi li ha avvantaggiati perchè li sopra hanno trovato la piattaforma per dare eco alle loro azioni mirate.Sia chiaro ora non stanno con Palumbo,anzi hanno cominciato anche contro l’attuale sindaco.Alcuni sono usciti dal consiglio comunale,altri si sono candidati e non sono stati eletti altri ancora non hanno avuto ne le palle ne il coraggio di candidarsi perchè sono dei vermi,C’è poi qualcuna,non si tratta di una consigliera per fortuna, tutti sanno a chi ci riferiamo,che ha spremuto il limone fino all’ultima goccia e ora vorrebbe ancora mungere danaro pubblico e avvantaggiarsi  di posizioni che mai più le saranno concesse,visto che in passato ha fatto abusi mai denunciati da qualcuno e continua a frodare lo stato quotidianamente,lo sanno tutti e prima o poi qualche denuncia sul tavolo di qualche magistrato sarà vagliata.Voleva fare l’assessore pure questa delinquente senza alcuna vergogna nella faccia,per fortuna Palumbo l’ha tenuta all’angolo ben sapendo di cosa sarebbe stata capace, l’avrebbe fatto arrestare il giorno dopo.Questo gruppo di zozzosi,delinquenti intellettuali,schifosi,vermi non fanno altro che buttare fango e veleno contro chi amministra,contro coloro che cercano di far crescere la comunità,contro chiunque a Capaccio Paestum tenta di essere propositivo.Mirano gli imprenditori,coloro che danno posti di lavoro,sindaci,assessori,sacerdoti,nel loro mirino finiscono tutti a Capaccio Paestum.Li vedi nelle associazioni ambientaliste,nei movimenti di protesta,nei cortei demagogici.Non valgono mezzo euro eppure stanno in mezzo e fanno opinione.Sono solo gentaglia vergognosa ma vengono anche usati da coloro che a convenienza devono approfittare della situazione.E’ successo ai palumbiani i quali però stanno subendo la stessa sorte di Italo Voza il quale per circa due anni ha dovuto subire attacchi,angherie,cattiverie,accuse tanto da avergli fatto perdere le elezioni perchè lo hanno dipinto come il grande distruttore di Capaccio Paestum.Ora lo stanno facendo con Palumbo,domani lo faranno con Enzo Sica ormai già sicuro prossimo sindaco di Capaccio Paestum.Questi zombi non fanno altro che condizionare l’opinione pubblica con una serie di atteggiamenti e comportamenti tesi a distruggere di tutto e di più.Demonizzano tutti e tutto a seconda di chi va ad amministrare,chi ha presidenze, chi ha voti, chi ha consenso,chi ricopre ruoli pubblici.Loro colpiscono il cuore della produttività capaccese,distruggono le risorse umane  e lo fanno senza scrupolo.A Capaccio Paestum si devono accorgere di questo fenomeno distruttivo perchè mina lo sviluppo locale.Ce ne sono poi due di loro che meriterebbero di essere presi a calci in culo ogni ora.Sono entrambi di Capaccio paese, frustrati,comunisti falliti,poi dipietristi ora in altri movimenti da strapazzo,pseudo intellettuali i quali mortificano sul territorio gente in vista pronti a fare qualcosa di buono per la comunità e dopo aver agito con la pistola ancora fumante si siedono davanti al Bar Anna in cerca di consensi e si fanno selfie , fanno dirette facebook,cercano di entrare nei ragionamenti dei frequentatori del bar ben sapendo che li schifano.Questa lunga  premessa che poi è una cosa consolidata purtroppo ha fatto si che Capaccio Paestum non abbia un rappresentante in alcun partito per le prossime politiche del 4 marzo.E non si tratta di un caso se questo avviene dopo l’avvento dei social sui quali questa gentaglia ha amplificato la propria nefasta azione verso il territorio.Ne si tratta di un caso l’elezione dello “straniero” al comune perchè questi sporchi soggetti hanno così tanto demonizzato i rappresentanti politici locali da condizionare l’elettorato costretto a rivolgersi ad un forestiero ed ergerlo a salvatore della patria.Tutto torna,purtroppo.E hanno distrutto la speranza di chiunque avesse voluto fare una carriera politica.Non ci sono capaccesi nella competizione elettorale e questa è la cartina di tornasole dell’imbarazzante quanto distruttiva presenza di questo gruppo di “cessi” schifosi.Possibile che a Capaccio Paestum(23.000 abitanti) non ci sono persone all’altezza di candidarsi alle elezioni politiche?Possibile che non ci sono professionisti,imprenditori,studenti,o persone anche che fanno lavori umili rispettabili,per candidarsi in uno dei due rami del parlamento?Invece a Capaccio Paestum queste figure ci sono,vi sono eccellenze in ogni settore, ma non si espongono per paura di finire nel tritacarne di questo gruppo di delinquenti che stanno ammazzando non solo la politica ma la crescita totale di tutto il comune. Capaccio Paestum è la regina della produzione,del turismo,della ricettività turistica,della storia con la presenza di quei monumenti quindi ne ha tante di persone che possono dare un contributo anche alle assise dove si fanno leggi importanti. Capaccio Paestum insegna,è un capitale e deve isolare questo gruppo di parassiti perchè nessuno lo dice ma tutti hanno paura di finire nel vorticoso linciaggio gratuito di questi assassini intellettuali i quali stanno seppellendo le ambizioni di questo comune e tutte le risorse presenti.In molti storceranno il muso alla lettura di questo articolo,ci scusiamo per il linguaggio forte usato,ma invitiamo tutti alla riflessione.Queste considerazioni tutti le pensano ma nessuno le dice.Una cosa è certa domenica andiamo a votare e nessuno di Capaccio Paestum è candidato.Il motivo ve lo abbiamo spiegato.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.