AGROPOLI EDITORIALE

SI DIMETTE(?) IL RE DEI FLOP E IN QUESTA CITTA’ FA PURE NOTIZIA di Sergio Vessicchio

Purtroppo i social hanno devastato il cervello della gente,snaturato le notizie,dato voce agli imbecilli.Sui social si costruiscono carriere,si bruciano amicizie,si fanno inimicizie.E proprio dai social si lanciano messaggi codificati visto che non si ha la credibilità di far parte di network.Nelle ultime ore il mio telefono è stato fatto di fuoco da tantissime persone che esprimevano soddisfazione per una notizia che è rimbalzata sui social e che a noi fa ridere intanto perchè abbiamo degli utili idioti un concetto molto negativo poi perchè a questa notizia non crediamo,e francamente non ce ne sbatte un cazzo,e soprattutto perchè non riteniamo possa fare notizia.Il punto è qua.Che notizia è quando si dimette o annuncia le dimissioni uno che ovunque si è cimentato ha fallito? Flop a destra e a manca con i soldi della pubblica amministrazione.Non ha fallito però il suo scopo primario quello di dare risposte alla propria eccentricità pruriginosa e piena di contenuti tanto è vero che ha tratto giovamento sotto l’aspetto personale con occupazione(lavoro) dettata dal potente di turno,vantaggi di carattere personale per investimenti propri e soprattutto suggerimenti alla pubblica amministrazione con tanto di gara d’appalto su misura.Siamo buoni ma non fessi.Altro che amore verso Agropoli o carezze ai volontari.Sono passati nelle sue mani oltre 50.000 euro  in pochi mesi e si sono registrati solo flop.Poi andiamo  vedere come è cambiata la posizione in questi mesi,cosa aveva prima e cosa ha adesso.Per carità tutto legale ma non ci venite a fare due palle così di questi personaggi che sono carta letta.Intanto sarebbe importante vedere pubblicati i bilanci dell’ente dal quale di sarebbe dimesso(?),a chi ha dato le dimissioni e il modo in cui è stato eletto.Se la notizia fosse vera arriva in un momento in cui l’amministrazione non può muovere soldi perchè i conti,per il momento,sono in rosso e quindi probabilmente dopo aver spremuto il limone ora non potendo attingere ancora scappa via.Le colpe però non sono del protagonista ma delle amministrazioni capaci di coprirlo di danari per i flop che hanno distrutto importanti manifestazioni in  questa città consentendo ad un unico soggetto con una pletora di vigliacchetti e leccaculo che vi gironzolano intorno di fare il bello e il cattivo tempo.Il fallimento è delle amministrazioni che lo hanno imbottito di euro senza costrutto e per manifestazioni di basso profilo fatte passare per grandi eventi.Questa è una pagina nera per Agropoli perchè questo soggetto con i suoi complici e con i soldi delle amministrazioni hanno cancellato molta della storia di questa città anzi di questo paesotto.Il messaggio che abbiamo chiesto all’amministrazione attuale è di allontanarlo ma come si può notare le cose per il momento sono andate diversamente.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.