EDITORIALE

VESSICCHIO E LA PARTICELLA DI DIO di Giovanni Coscia

Un boom mediatico di risalto internazionale. La telecronaca di un incontro di calcio dilettantistico e le frasi contenute in essa, sono state considerate offensive se non esclusivamente sessiste da parte del giornalista di Agropoli, le cui performance, sono state oggetto anche di Crozza, che ne ha voluto una interpretazione con una sua imitazione. Una donna come giudice di linea in una gara del campionato di eccellenza, ed una considerazione da parte del cronista, che evidenziava forse, una palese difficoltà nelle capacità atletiche del gesto e non certo come discriminazione sessista. Tutto è stato travisato, e bisogna invece, limitarsi, con un po’ di attenzione, ad affermare che senza dubbio alcuno, Vessicchio ha solo applicato ciò che viene riportato nei passi della Bibbia. Il rispetto verso l’essere umano e soprattutto nella donna è al primo posto di ogni essere comune e civile, come tutti noi. Nessuna discriminazione, sia chiaro. E il libro sacro per eccellenza, scuola per tutto il mondo di moralità e comportamento? Nessuno osi profanare il credo di Dio, ovvero, colui il quale ha creato tutto e tutti.  E Vessicchio, in questa fase, ha senza dubbio ed inconsapevolmente risvegliato alcune argomentazioni che sono state dimenticate o mai profuse, in quelli che si riconoscono credenti e cristiano cattolici e nel credo di Dio Onnipotente e di suo figlio Gesù Cristo. Certo è che l’argomentazione travasa ogni aspetto del giornalista, ed una “banale” telecronaca, ha conferito a tutti il rigurgito di una falsa moralità, facendo dell’irrazionalità, la forma più eccelsa della razionalità. Vessicchio ha acclarato una posizione plurimillenaria, sancita da Dio e dalla chiesa cattolica, apostolico-romana, che nelle sue vergogne, ha dovuto zittire le volontà dell’onnipotente, eludendo il genere umano da una verità scottante: il ruolo della donna, che DIO ha lei assegnato, ponendola come un essere differente ed inferiore all’uomo, sia nelle capacità che nelle decisioni. Ha sbagliato Vessicchio oppure Dio? Improponibile l’accostamento ed il tutto, certo, ma l’episodio si aggiunge a quello del famoso calciatore Collovati, reo, di aver ostentato le stesse idee e che lo hanno visto sospeso da una trasmissione RAI. In pratica e per farla in breve, a tale proposito, valer la pena citare alcuni passi della Bibbia, che servano a tutti e siano soprattutto di monito a quanti si sono sentiti offesi dal giornalista di Agropoli, che inconsapevolmente, credo, ha enunciato le volontà di Dio e nessuno deve criminalizzare le sue frasi esternate nella telecronaca tanto discussa, e siano da insegnamento a quanti fanno della strategia della distrazione, il proprio credo. Ecco cosa recita la bibbia, PAROLA DI DIO ED INDISCUSSA, sulla donna: GENESI (3, 16)“Alla donna disse: “Verso tuo marito sarà il tuo istinto, ma egli ti dominerà”. 1CORINZI (14, 34  N.T.)“Come in tutte le comunità dei fedeli, le donne nelle assemblee tacciano, perché non è loro permesso parlare: stiano invece sottomesse, come dice anche la legge. ISAIA (13, 15-16)“Chiunque sarà trovato, sarà trafitto, e quanti sopraggiungeranno cadranno sotto la spada. I loro fanciulli saranno sfracellati davanti ai loro occhi, le loro case saccheggiate e violentate le loro donne. LEVITICO (15,19) Quando una donna abbia flusso di sangue, cioè il flusso nel suo corpo, la sua immondezza durerà sette giorni; chiunque la toccherà sarà immondo fino alla sera. DEUTERONOMIO (22,5) La donna non si metterà un indumento da uomo ne l’uomo indosserà una veste da donna; perché chiunque fa tali cose è in abominio con il Signore. E c’è di peggio, caro Vessicchio; molto di più. Ma fermiamoci con le vergogne imposte da Dionella Bibbia. Altrimenti tutto crolla. Hai forse risvegliato il mondo? Hai messo in crisi la chiesa cattolica oppure hai voluto dimostrare che Dio ha sbagliato? A chi spetta questa ardua sentenza? Se ti hanno sospeso dall’ordine dei giornalisti, bisogna quindi che tutto l’ordine pre-costituito, affermi il proprio ATEISMO, altrimenti, Dio è proprio nei guai. Perché lui è il primo sessista?Giovanni Coscia


WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.