Nutrizionista

RUBRICA: “SENTIAMO LA NUTRIZIONISTA” A CURA DI STELLA DI SESSA

                                                                        E DOPO PASQUA, TUTTI A DIETA !

 

Quasi tutti, durante le trascorse feste pasquali, avranno esagerato un pochino a tavola concedendosi anche qualche ora in più di meritato riposo: le porzioni di cibo assunte saranno state decisamente più abbondanti, le pietanze più condite, i dolci e le bevande alcoliche e/o zuccherine più presenti, le ore di sonno aumentate o disturbate e quelle di attività fisica ridotte se non addirittura nulle!

E’ bastata meno di una settimana per allontanarci da una forma fisica che gradivamo maggiormente e ritrovarci in uno stato in cui ci sentiamo appesantiti e gonfi, più stanchi, pigri, con frequenti sbalzi d’umore e, soprattutto, timorosi della prova costume!

dieta

 

 

Rimediare a ciò diventa quasi un’esigenza…. come fare allora?

Il primo errore da non commettere è quello di lanciarsi in diete eccessivamente restrittive e squilibrate, prive di carboidrati complessi e troppo ricche in proteine, di fidarsi di piani alimentari trovati sul giornale che prevedono giornate monotematiche (dette “d’attacco alla ciccia”  ma che definirei “d’attacco alla salute”) esclusivamente a base di yogurt, di frutta, di  minestroni o di beveroni miracolosi che promettono di ritrovare la giusta forma fisica in breve tempo; neppure seguire la dieta dell’amico o dell’amica è l’ideale in quanto la terapia alimentare giusta, vincente e salutare, deve essere personalizzata.

La fretta è nemica della salute e della linea per cui, armati di buona volontà e positività, e con tranquillità, fidiamoci di poche semplici regole utili a condurre uno stile di vita sano :

ü  Rispettiamo la cadenza dei pasti, ovvero colazione, pranzo, cena e due o tre spuntini leggeri ( a metà mattina, nel pomeriggio e dopo cena) a base di frutta, yogurt magro, verdure crude;

ü  A tavola non rinunciamo mai ad una porzione di pane, pasta o riso (meglio se integrali), un leggero secondo di carne (principalmente bianca) o pesce ai ferri accompagnato da un ricco contorno di verdura e/o da un frutto;

ü  Assumiamo una porzione di legumi (fagioli, ceci, lenticchie, fave) almeno due volte a settimana, per completare il primo piatto a base di pasta, riso o altri cereali o i minestroni di verdura;

ü  Moderariamo la quantità del condimento che dovrebbe essere esclusivamente a base di olio extravergine di oliva accompagnato a piacere da aceto di vino, di mele, balsamico, limone, spezie ed erbe aromatiche, limitiamo l’assunzione di sale ed evitiamo burro, margarina, maionese, salse e creme ipercaloriche e ricche in grassi;

ü  Tra gli insaccati preferiamo il prosciutto cotto o crudo privati del grasso visibile, la fesa di tacchino o di pollo, la bresaola, e limitiamone comunque l’assunzione  ad una volta a settimana;

ü  Assumiamo  dolci non più di una volta a settimana preferendo quelli artigianali;

ü  Beviamo almeno 1,5 -2 litri di acqua al giorno oligominerale naturale e/o lievemente frizzante;

ü  Non dimentichiamo di fare movimento: la dieta include anche, e soprattutto, l’attività fisica!

 

Dott.ssa Stella Di Sessa

Biologo Nutrizionista