Nutrizionista

RUBRICA: “SENTIAMO LA NUTRIZIONISTA” A CURA DI STELLA DI SESSA

                                                                           L’ABBRONZATURA VIEN MANGIANDO

 

Per abbronzarci in modo sano, veloce e duraturo, oltre a seguire le più comuni regole per l’esposizione al sole ( evitare di esporsi nelle ore più calde della giornata, tra le 11.00 e le 16.00 quando i raggi ultravioletti sono particolarmente intensi, proteggersi con cappelli, occhiali da sole di buona qualità e utilizzare creme con un fattore di protezione adeguato al proprio tipo di pelle) può essere molto utile anche assumere cibi che favoriscono l’abbronzatura e proteggono la nostra pelle.

 abbronzatura 2abbronzatura 1

 

Premesso che l’aumento della produzione di melanina, la sostanza che va a conferire un colorito più scuro all’epidermide, abbronzandola, è un meccanismo fisiologico che la pelle mette in atto per difendersi dall’eccesso di radiazioni solari, indipendentemente dall’assunzione di uno specifico nutriente con l’alimentazione, alcuni cibi dovrebbero diventare i protagonisti della dieta estiva in quanto accelerano l’abbronzatura e rivestono un ruolo fondamentale nella salute dell’epidermide:

  • stella di sessa 1Cibi ricchi in vitamine ad azione antiossidante che vanno a limitare i danni del sole sulla pelle nonché l’invecchiamento cutaneo. Esse sono contenute in frutta e verdura principalmente sotto forma di vitamina A (presente in albicocche, rucola, basilico, radicchio verde, uova ), C (ne sono ricchi agrumi in genere, kiwi, ananas, ciliegie, lattuga, peperoni, pomodori ) ed E ( abbondante in uova, mais, noci e peperoni). Via libera quindi a ricche insalate da consumare come piatto unico ed a colorate macedonie per uno spuntino fresco e gustoso!
  • Cibi ricchi in beta-carotene, sostanza che oltre a regalarci, depositandosi sulla pelle, un colorito più scuro, protegge la cute dagli effetti negativi delle radiazioni solari, vanta proprietà antiossidanti perché contrasta l’azione dannosa dei radicali liberi ed è la fonte principale di vitamina A, utile per la formazione ed il mantenimento degli epiteli, delle mucose, delle ossa e dei denti. Vegetali e frutta giallo-arancione e verde come carote, albicocche, peperoni, papaya, meloni, pesche,  pomodori, zucca gialla, mango, nespole, bieta, cicoria, spinaci, rucola, sono una buona fonte di beta-carotene.

 

  • L’acqua, infine, è molto importante per mantenere la cute elastica, luminosa, idratata e reintegrare i liquidi persi con la sudorazione al mare o in montagna. Nel periodo in cui ci si espone al sole sarebbe opportuno bere, in media, 1,5-2,0 litri di acqua al giorno.

Dott.ssa Stella Di Sessa

Biologo Nutrizionista