Nutrizionista

RUBRICA: “SENTIAMO LA NUTRIZIONISTA” A CURA DI STELLA DI SESSA

LE FESTIVITA’ NATALIZIE SONO FINITE: RITORNIAMO IN FORMA!

STELLA DI SESSA GRANDEIl “tour de force” alimentare, caratteristico delle festività natalizie, ci ha portato , insieme al piacere della convivialità, purtroppo ed inevitabilmente, ad assumere molte più calorie rispetto al normale fabbisogno e, pertanto, ora ci tocca fare i conti con i chili di troppo, la ritenzione idrica evidente, il gonfiore addominale, l’irregolarità intestinale e, ahimè, gli sbalzi d’umore che questi disturbi fisiologici comportano!

dieta

 

Il primo e più importante consiglio è quello di non disperare e di non pentirvi di quanto mangiato.

Prendete semplicemente consapevolezza del fatto che se vi sono chili in più, e vi disturbano, vanno persi:

  • QUANTO PRIMA: L’eccesso di peso corporeo,come già detto, si sviluppa quando le calorie assunte attraverso il cibo eccedono quelle che consumiamo. Che provenga da grassi, proteine o carboidrati, tutta l’eccedenza viene depositata sotto forma di trigliceridi nelle cellule del tessuto adiposo: ogni 3.500 calorie in eccesso, viene accumulato circa mezzo chilo di grasso.

Il sovrappeso e l’obesità (definibili come un aumento del peso corporeo ideale, superiore, rispettivamente, del 10% e del 20%) sono condizioni da evitare in quanto aumentano il rischio di cardiopatia, ipertensione, diabete, ipercolesterolemia, malattie biliari, cancro di colon, retto, prostata, mammella, cervice, utero, ovaie, osteoatrite e dolori lombari. Inoltre, sovrappeso ed obesità compromettono l’immagine di sé e, in una società come la nostra, purtroppo polarizzata sull’apparenza, questo può determinare un grave handicap psicologico.

Se si pesa più del necessario, anche la durata della vita si riduce : ogni mezzo chilo si accorcia di 1 mese e 27 kg di troppo possono costare quasi 5 anni.

 

  • CON SERENITA’: E’ sbagliato pretendere di risolvere in un attimo un problema come quello dei chili di troppo che, se ci riflettiamo un attimo, ha impiegato anni per svilupparsi. Farsi prendere dalla disperazione, dall’ansia, dalla fretta, non serve. Basta avere una motivazione, scegliere con serenità un programma dietetico sano, armarsi di pazienza ed avere costanza.

 

  • MANGIANDO: Il peggior nemico della linea e della salute è il digiuno e/o l’adottare programmi “dietetici” miracolosi che prevedono l’uso di diuretici e procurano un calo di peso solo apparente e dannoso perché principalmente determinato dalla perdita di acqua e di massa muscolare. Quando si vuole perdere peso e restare in salute bisogna assicurarsi di assumere sufficienti calorie a partite da proteine, carboidrati e grassi per prevenire perdite di massa muscolare. Questo si traduce non nel non mangiare, ma nell’adottare stabili abitudini di vita che includono il consumo prevalente di cibi sani (alimenti ricchi di fibre come frutta, verdura, cereali integrali e legumi), la riduzione dell’assunzione di prodotti di origine animale (carne, uova, latte e derivati) e l’abolizione dei “cibi spazzatura”, spesso bombe caloriche completamente prive di nutrienti (merendine, patatine e snack in busta, bibite gassate ed eccessivamente zuccherate, caramelle).

 

  • MUOVENDOSI DI PIU’: Non si può perdere peso e mantenersi in forma senza una regolare e costante attività fisica. Il movimento aiuta a preservare la massa muscolare, a perdere peso corporeo principalmente in termini di massa grassa, a mantenere alto il tono dell’umore; perciò, dedichiamo a noi stessi del tempo praticando lo sport che più ci piace.

 

Dott.ssa Stella Di Sessa

Biologo Nutrizionista

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.