Nutrizionista

RUBRICA: “SENTIAMO LA NUTRIZIONISTA” A CURA DI STELLA DI SESSA

STELLA-DI-SESSA-1
Stella Di Sessa

IL NATALE E’ ALLE PORTE, POCHE REGOLE CHIAVE PER NON INGRASSARE

 

Poche settimane ci separano dal Santo Natale e la probabilità di ingrassare durante le feste è quasi una certezza. Nel mese di dicembre, infatti, si susseguono cene di lavoro in previsione della fine dell’anno, ricorrenze associative e ripetute occasioni di incontri prenatalizi con coloro che non si potranno frequentare nei giorni delle festività o nel corso dell’anno.

stella 3

Vivere la tavola può mettere a rischio la nostra linea ma nel contempo non possiamo non goderci le feste.

Per superare questo periodo, nel suo complesso, almeno senza aumentare di peso, bastano poche regole chiave:

  • NON SALTARE MAI ALCUN PASTO. Se il giorno di Natale mangiamo in abbondanza molto probabilmente la sera del giorno stesso saremmo tentati di compensare saltando la cena. Il giorno successivo, essendo Santo Stefano, saremmo di nuovo immancabilmente seduti a tavola e, per quanto si possa aver mangiato il giorno precedente, saremmo digiuni da 24 ore e faremmo valere il salto della cena come ottima scusa per far fuori tutti gli avanzi del pranzo di Natale. Sarebbe preferibile gestire la trasgressione in maniera oculata piuttosto che digiunare.

Considerando che nei giorni di festa vi è soltanto un pasto particolarmente abbondante (pranzo o cena), è opportuno fare una colazione molto leggera, ridurre moderatamente il pasto meno importante evitando il primo piatto, dimezzando la porzione di pane ed evitando eventualmente la frutta. Con questo piccolo ma sostanziale risparmio, ci potremmo concedere nel pasto principale (pranzo o cena che sia) un primo piatto soddisfacente, un secondo di qualsiasi tipo con contorno di verdure ed un dolce.

  • RISPETTARE LE PROPORZIONI DEI NUTRIENTI NEI PASTI. Non abusare di un solo alimento ma cercare di effettuare un unico pasto completo ed equilibrato in proteine, carboidrati, grassi e fibre vegetali che danno un maggior senso di sazietà.
  • NON DEMONIZZARE I DOLCI. Piuttosto che dare ai dolci un senso del proibito (che non fa altro che aumentarne il desiderio!) conosciamone il reale valore calorico: 200g di panettone altro non sono che 180g di pane bianco e 20g di olio evo, 200g di pandoro corrispondono a 170g di pane bianco e 35g di olio evo, 150g di tiramisù sono 80g di pane bianco e 15g di olio, 50g di frutta secca sono 50g di pane bianco. Certamente non si può dire che abbiano uno scarso valore calorico ma i dolci non sono veleno, non vanno proibiti ma tranquillamente gestiti.
  •  NON ESAGERARE CON LE BEVANDE ALCOLICHE. L’alcool apporta 7 calorie per grammo per cui sarebbe bene controllare il  numero di brindisi!
  • VIETATO PARLARE DI DIETA NEI GIORNI DI FESTA. Nelle occasioni conviviali l’argomento viene sempre trattato in modo dissacrante e provocatorio e finisce per mettere in imbarazzo e difficoltà chi invece cerca di controllarsi. Meglio rilassarsi e sapere che, se non si esagera, possiamo permetterci quanto stiamo facendo ed evitare inutili sensi di colpa.
  • DIAMO SPAZIO ALLO SPORT. Se possibile, per smaltire il surplus calorico delle feste, concediamoci qualche giorno in più di attività fisica come la corsa, il nuoto, lo spinning, la palestra insieme a lunghe passeggiate in compagnia (da effettuare magari dopo il pranzo e/o la cena per facilitare la digestione).

Dott.ssa Stella Di Sessa

Biologo Nutrizionista

 

 

 

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.