cirielli
POLITICA

AGROPOLI,CIRIELLI IN CITTA’ PER BENEDIRE PIZZA IL PUPILLO DI ALFIERI

L’operazione anti riciclaggio è in atto nel centro destra di Agropoli ma questo sembra non interessare all’onorevole Cirielli da sempre considerato uno dei peggiori politici in circolazione, da oltre 30 anni nei palazzi della politica .Leader prima di una corrente di Alleanza nazionale quella che faceva riferimento all’ex ministro dell’agricoltura ed ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, ora rappresentante numero 1 in Campania della Meloni.Fu lui che indicò il nome di Squillante alla Asl quando venne chiuso l’ospedale di Agropoli.Da tempo aspettiamo che Cirielli spieghi pubblicamente perchè venne chiuso l’ospedale,noi lo sappiamo,ma vorremmo saperlo anche da lui.Ora ha affidato il suo partito ad un personaggio noto in città Michele Pizza persona molto seria e perbene  e al di sopra di ogni sospetto ma una bandiera al vento in politica prima per essere stato consigliere di Alleanza nazionale,poi come il vento è cambiato se ne è andato con le sinistre diventando con La Porta il grande sponsor di Franco Alfieri del quale è stato difensore in consiglio comunale traendo anche giovamento professionale commercialmente parlando perchè con la sua azienda,giustamente,ha fornito tantissime opere presenti in città e fatte fare da Franco Alfieri che rimane sicuramente uno dei migliori politici della storia di Agropoli tanto è vero che lo stesso Cirielli pubblicamente ha esaltato,in più circostanze,l’operato di Franco Alfieri.

 

Ricordiamo qualche episodio.Inaugurazione del Liceo Scientifico di Agropoli Cirielli da presidente della provincia disse:”Quando 2 bravi  amministratori si incontrano questi sono i risultati per il territorio”.Alfieri era stato assessore ai lavori pubblici in provincia ed era sindaco di Agropoli.Un’altra volta in piazza Vittorio Veneto sul palco del candidato sindaco del centrodestra Di Luccio invece di sponsorizzare l’ingegnere Di Luccio pensò bene di esaltare Franco Alfieri candidato sindaco contro Di Luccio.Oppure quando,nel tentativo vano e non poteva essere altrimenti,di sostenere Mario Capo alla provincia,si scagliò contro il candidato di Forza Italia Emilio Malandrino.Dobbiamo continuare?Ora prende un esponente autorevole dell’amministrazione pd guidata da Alfieri e lo mette a capo di Fratelli D’Italia, ma la Meloni lo sa? E con queste premesse che il centrodestra ad Agropoli dovrebbe tentare la scalata al vertice comunale.E quindi chi ha amministrato con gli stemmi delle sinistre ora si ricicla e dato che il vento sta cambiando tenta di ritornare al potere con i partiti del centrodestra.Pizza che passa da Alleanza nazionale al Pd attraverso il CCD e le civiche,lavora per 12 anni al fianco di Alfieri,e ora torna nel centrodestra con un’altra operazione di riciclaggio politico e trasformismo allo stato puro.

 

Tutto questo se succede ha un solo responsabile al momento Edmondo Cirielli ed è giusto che lui benedice questa operazione. Dall’altra parte l’operazione anti riciclaggio avviata da Basile che non ha voluto Pizza nella lega e da Malandrino tenta di risultare vana.Lo stesso Pizza che comunque ha chiamato praticamente tutti recatosi da Malandrino si è visto sbattere la porta in faccia dal segretario di Forza Italia.Il quadro a tinte fosche è chiaro.Nemmeno nelle prossime elezioni il centrodestra può andare unito perchè i riciclati non potranno sedersi con le alternative alle sinistre agropolesi. e i vertici stanno legittimando il tutto,Cirielli docet. Per cui si andrà verso un accordo La Porta Pizza il duo che poi nel 2007 portò Alfieri a palazzo di città.Gira e rigira e sono sempre loro in una porta girevole che li spinge verso i piani alti del palazzo.E poi ci si lamenta che Agropoli è ridotta in questo modo.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.