POLITICA

BATTIPAGLIA,PINO BOVI: NON HO MOTIVO ALCUNO DI RIMANERE IN QUESTA MAGGIORANZA

SI ALLARGA LA CRISI POLITICA . UN ALTRO CONSIGLIERE OUT, NON HO GRADITO L’INGRESSO DEL NUOVO ASSESSORE DAVIDE BRUNO

BATTIPAGLIA: “Non sussistono i criteri politici, affinché il sottoscritto continui il suo mandato elettorale in questa maggioranza divenuta oramai bulgara”. E’ questa l’esclamazione del Dott Pino Bovi, consigliere comunale di Battipaglia eletto nelle liste capeggiate dal/la sindaco/a Cecilia Francese/Rosania, alla conferenza stampa indetta ieri mattina presso la sala conferenze del comune.  Il consigliere comunale, non ha risparmiato assolutamente la sua linea dura e decisa, nonché categorica ed imperativa, nei confronti soprattutto del sindaco/a, del quale non ha gradito il metodo “con cui è arrivata la decisione di annoverare un nuovo assessore, in quanto “è un metodo che contraddice e smentisce di netto, il principio di  quanto noi stessi abbiamo affermato nel momento della campagna elettorale e controvertendo la storia di Etica che già in passato aveva adottato un criterio su di una linea comune da seguire nelle decisioni politiche da attuare”. Nel 2016, – afferma Bovi- quando presentammo le liste, venne altresì acclarato, che l’unanimità sulle decisioni, fosse quella  strada da seguire comunemente per il nostro progetto, unitamente alle decisioni da intraprendere durante il nostro percorso. E’ un accordo – prosegue Bovi – che non passò inosservato a tutto il gruppo ed al nostro movimento.

La scelta di un assessore, senza che questi rappresenti l’espressione di una parte politica, a noi autoctona, contraddice i principi interni al nostro movimento e soprattutto è una scelta che demolisce i nostri principi ed investe una persona, ad una carica assessoriale, a noi avversa da sempre e soprattutto nella ultima  campagna elettorale, in quanto ricopriva la carica di segretario cittadino del PD. Lo stesso. –prosegue Bovi-  aveva a più riprese, palesato l’avversità nei confronti del nostro gruppo e delle nostre liste e soprattutto di Cecilia, apostrofandola politicamente, in malo modo. A questo punto, sono costretto ad uscire dalla maggioranza di questo consiglio comunale. Mi auguro, -conclude Pino Bovi – che questa amministrazione abbia vita fino all’esautorarsi del suo mandato ufficiale, senza però il mio consenso ed il mio appoggio politico”. Così Bovi, chiude la sua conferenza stampa, prendendo coscienza, crediamo, che le tante contestazioni e considerazioni politiche tra amici e colleghi consiglieri, siano il culmine di una verità che attraversa questa partita politica, iniziata con una sorta di ventata di destra, ma cambiando tracciato durante il percorso, spostando il suo asse politico, con una netta virata a sinistra.Giovanni Coscia

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.