POLITICA

CAPACCIO PAESTUM,”SINDACO CI MANCA LA MONTECHIARO”,PALUMBO:”E A NOI NO”

I CITTADINI DELLA FRAZIONE LICINELLA SCRIVONO AL SINDACO PALUMBO PER L’ASSENZA DELLA MONTECHIARO,IL SINDACO RISPONDE PER LE RIME E MANDA AL MITTENTE LA RICHIESTA

Un botta a risposta sulle pagine di vocedistrada.it. I residente della Licinella hanno scritto al sindaco mettendo in evidenza l’importanza e il rolo del consigliere comunale Alfonsina Montechiaro la quale anche a Licinella con la sua delge al decoro urbano ha iniziato e finito una serie di lavori che hanno messo i cittadini in condizione di stare bene.

LA LETTERA DEI CITTADINI

 “Nessun problema con il consigliere Montechiaro, ma ora?”. La domanda è stata posta dai cittadini al primo cittadino di Capaccio Paestum, Francesco Palumbo. Un quesito che arriva dopo la lettera aperta con cui sei consiglieri comunali capaccesi, tra cui Alfonsina Montechiaro, prendevano di fatto le distanze dalle azioni amministrative portate avanti da Palumbo e dopo la revoca, da parte di quest’ultimo, delle deleghe affidate ai sei dissidenti. Il consigliere Montechiaro si occupava del decoro urbano. Ora il suo posto è rimasto vacante, la delega ancora in attesa del suo sostituto. E i dubbi iniziano a serpeggiare tra la popolazione, in particolare i residenti della contrada marittima di Licinella. “Con il consigliere Montechiaro – scrive un cittadino al sindaco – dall’inizio dell’anno si è lavorato al fine di risolvere i tanti problemi presenti. In uno scadenziario virtuale, con le famiglie interessate si erano prospettati, oltre alla pensilina installata, diversi interventi. Parliamo del rifacimento dell’impianto obsoleto di irrigamento di piazza dell’Assunta; l’adeguamento alle vigenti normative della pensilina di attesa del bus in direzione Agropoli-Salerno, con le spallette laterali in materiale trasparente; la realizzazione di una bacheca per manifesti mortuari, onde evitare l’imbrattamento della stessa pensilina; il rifacimento della segnaletica verticale e orizzontale ormai inesistente; il posizionamento di specchi in posti strategici, individuati e segnalati al fine di evitare incidenti stradali; la pulizia delle griglie di raccolta delle acque piovane, in quanto basta recarsi quando piove presso l’ufficio postale locale o la farmacia comunale per rendersi conto della situazione. Ora – si conclude nella nota – dopo tanti incontri e tanti sopralluoghi cosa dobbiamo aspettarci? Verranno o non verranno fatti questi interventi? Con il consigliere Montechiaro non avevamo problemi. E’ una persona conosciuta, legata al suo territorio e amandolo avrebbe agito come fatto sino ad oggi, con il cuore”.

LA RISPOSTA DEL SINDACO

“I cittadini dovrebbero preoccuparsi se dovesse cambiare il sindaco, non per una semplice delega ad un consigliere comunale”. Il sindaco Franco Palumbo, ha risposto alla nota dei residenti di contrada Licinella, affrontando i dubbi e le perplessità espresse in merito alla revoca della delega al consigliere comunale Alfonsina Montechiaro. “Premetto che non ho ricevuto lamentele da parte dei cittadini di Licinella per inefficienze amministrative – ha dichiarato Palumbo – anzi solo elogi per gli interventi effettuati, dal LinOra Village a quelli minori. Alcuni residenti si dovrebbero preoccupare se dovesse cambiare il sindaco e non di una semplice delega a un consigliere comunale, che resta sempre incardinata in una chiara azione di governo dettata dal primo cittadino e da nessuno più. La consigliera Montechiaro, che ha lavorato bene seguendo le direttive del sindaco, se intende rispettare il popolo e chi le ha consentito di essere eletta, candidandola, deve solo continuare a stare al suo posto e lavorare serenamente seguendo le mie indicazioni e non quelle di altri personaggi che mai sono stati eletti sindaco di questa città. Diversamente, con rammarico, farò e faremo a meno del suo impegno”.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.