POLITICA

CAPACCIO PAESTUM,IL SINDACO PALUMBO HA SCATENATO L’INFERNO,IL PALAZZO E’ IN SUBBUGLIO

Palumbo durante l’intervista a StileTv,in alto il sindaco con la figlia Sabrina indicata come persona di fiducia

Le frasi dette a Stile Tv da Palumbo la vigilia   hanno avuto l’effetto deflagrante di una catastrofe politica che potrebbe avere serie ripercussioni.Sindaci messi sotto accusa,nomina della figlia,funzionari messi al muro.Un fiume in piena che ha devastato l’opinione pubblica capaccese.

I SINDACI OFFESI  E FUNZIONARI MESSI ALLA GOGNA

Scariati,De Simone,Marino,Sica,Voza hanno amministrato da sindaci e da assessori negli ultimi trenta’anni,a Stile Tv Palumbo ha detto testualmente: “In questo Comune sono stati commessi dei disastri incredibili, il mio compito sarà quello di fare pulizia, subito, senza sconti a nessuno né favoritismi, solo meritocrazia, perché ho trovato diversi settori incancreniti… Sindaci ed assessori che non sapevano fare la ‘o’ col bicchiere, in passato, si sono farti portare a passeggio da quattro funzionari corrotti, perché il bello è che qua tutti sapevano tutto, ma purtroppo non si è esitato a dare fiducia a certi personaggi. Questo non dovrà accadere mai più, per questo il popolo si è rivolto a me, ed io manterrò la promessa di liberare questa città da una cappa di potere che l’ha soffocata per troppo tempo, per darle nuovo slancio, vitalità e occupazione. È una sfida personale e politica, non farò mezzo passo indietro rispetto all’interesse di un popolo che mi ha dimostrato un grande attaccamento e fiducia. Il 90% dei funzionari e dipendenti comunali sono persone perbene, per il resto consiglio a qualcuno di trovarsi già un buon avvocato, perchè questa Amministrazione libererà Capaccio Paestum dall’approssimazione e dai delinquenti”.

LA NOMINA DELLA FIGLIA

“Ora sto bene e resterò al mio posto, doppiamente determinato a fare bene – ha aggiunto – ma dovrò rallentare per forza, consapevole che per amministrare Capaccio Paestum c’è bisogno di un impegno costante tutti i giorni; ho sempre detto che non sarò mai il sindaco che dice alla gente ‘io non sapevo’, e siccome voglio continuare ad essere informato su tutto, ho scelto due persone di assoluta fiducia, che mi affiancheranno, costantemente, nel prosieguo del mio mandato: si tratta di mia figlia, Sabrina Palumbo, avvocato amministrativista nonché persona super competente che legge e leggerà tutte le carte, supportando il sottoscritto a titolo completamente gratuito; le ho chiesto un sacrificio e lei, da figlia modello, ha accettato l’impegno e farà 12 ore al giorno di scrivania, controllando e verificando tutto; con lei ci sarà il mio capo staff, l’avv. Riccardo Ruocco, ed insieme comporranno un pool di amministrativisti, penalisti e civilisti che vaglierà ogni atto”.

Frasi dette ripetute e trasmesse dalla tv leader di Capaccio Paestum,l’effetto è stato devastante.La maggioranza pubblicamente non ha fatto trapelare niente ma  all’interno c’è chi vorrebbe raccogliere le firme per la sfiducia.I funzionari hanno informato la magistratura perchè non avendo fatto nomi ha coinvolto praticamente tutti.Gli ex sindaci sono statioffesi e messi alla gogna e c’è chi potrebbe rivolgersi all’autorità giudiziaria per far valere le proprie ragione.In special modo Pasquale Marino il quale negli ultimi tempi è quello che ha amministrato di più.A sentire Palumbo sembra che chissà quali delinquenti abbiano amministrato e invece non risulta nessuna condanna penale per gli amministratori passati per cose relative al municipio.La nomina della figlia depotenzia di fatto la giunta già forte di due donne e di tre altri assessori,mette in ridicolo il consiglio comunale perchè  Palumbo fa capire di non fidarsi dei suoi consiglieri comunali e si rivolge alla figlia rispettabile professionista ma fuori contesto perchè l’amministrazione pubblica non può essere un fatto familiare,nomina inopportuna e fuori luogo capace di scatenare l’inferno all’interno. Uno dei motivi dei disaccordi con la D’Eugenio(sua ex compagna) è stato proprio il coinvolgimento della figlia.Il municipio trasformato in una sorta di Beautiful dove si annidano gelosie e contrasti.Giunta senza fiducia,consiglio comunale considerato solo una stampella per mantenere la poltrona visto che,nonostante le deleghe(ufficialmente sono vietate dalla legge e sono verbali quindi non servono a niente) i consiglieri comunali sono relegati al ruolo di alza mano per reggere il sindaco.Funzionari trattati come una cupoletta malavitosa che portavano a spasso gli ex sindaci.Un quadro decisamente lontano dalla realtà e al quale Palumbo ha dovuto ricorrere per spostare l’attenzione sul fatto che nell’intervista rilasciata a stile tv non poteva parlare ne di opere realizzate perchè non ci sono,anche se nessuno gliele può chiedere in sei mesi di governo, ne di un piano annuale,biennale o triennale delle opere pubbliche perchè non lo ha fatto,non ha programmato e quindi ha detto,con coerenza,quello che il popolino voleva sentirsi dire per accontentare chi lo ha votato e ai quali aveva detto le stesse cose sul palco per prendere i voti.Palumbo si è presentato da Stile senza un programma di opere fatte ma anche senza un programma per il futuro  e ha scatenato il putiferio per spostare l’attenzione ma nessuno l’ha presa bene anzi ci potrebbero essere conseguenze.Il palazzo è un putiferio.Solo chi non capisce di politica o è ignorante non ha capito le reali intenzioni di Palumbo ma per fortuna non ci sono solo ignoranti e non c’è solo il popolino,in molti hanno capito la strategia di Palumbo e per certi versi va anche compresa visto il momento delicato della sua amministrazione.Con la D’Eugenio in fuga anche i movimenti politici di Palumbo hanno subito una variazione anche se un Palumbo così aggressivo politicamente non ce l’ho ricordavamo è stata una novità tuttavia sarà comunque stata una strategia ma con effetti devastanti non a caso il presidente del consiglio Nino Pagano è corso hai riparti e sta tentando di buttare acqua sul fuoco e di tenere tutto in piedi con un’opera diplomatica attenta e precisa anche in sintonia con il ruolo che occupa.Questa volta il sindaco l’ha fatta fuori dal vaso.Ora saranno i fatti a dimostrare il contrario ma c’è chi non vuole passarci su.Nei prossimi giorni potrebbero esserci dei risvolti.Sergio Vessicchio

 

 

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.