POLITICA

CAPACCIO PAESTUM,IL SINDACO PALUMBO SHOCK A STILETV:”SINDACO E ASSESSORI NON SAPEVANO FARE LA “O” CON IL BICCHIERE E SI FACEVANO PORTARE A SPASSO DA 4 FUNZIONARI CORROTTI”,ORA PERO’ FACCIA I NOMI ALTRIMENTI SOTTO PROCESSO CI VA LUI

Una sparata senza indugi quella di Palumbo uguale ad una requisitoria da pubblico ministero.Ospete della trasmissione “Detto con Stile” condotta dal collega Alfonso Stile a Stiletv il primo cittadino  capaccese alza il tiro e non parla dell’amministrazione sua e dei risvolti ma sorprende tutti con una serie di accuse da far tremare le mura del palazzo.Non fa i nomi spargendo veleno in tutti i settori.Un Palumbo insolito lontano parente di quello ammirato a Giungano dove si è distinto per il suo impegno amministrativo.Quello di Capaccio Paestum è da maresciallo ma ora ha il dovere di andare alla procura della repubblica.Durissimo il primo cittadino di Capaccio Paestum: ““In questo Comune sono stati commessi dei disastri incredibili, il mio compito sarà quello di fare pulizia, subito, senza sconti a nessuno né favoritismi, solo meritocrazia, perché ho trovato diversi settori incancreniti… Sindaci ed assessori che non sapevano fare la ‘o’ col bicchiere, in passato, si sono farti portare a passeggio da quattro funzionari corrotti, perché il bello è che qua tutti sapevano tutto, ma purtroppo non si è esitato a dare fiducia a certi personaggi. Questo non dovrà accadere mai più, per questo il popolo si è rivolto a me, ed io manterrò la promessa di liberare questa città da una cappa di potere che l’ha soffocata per troppo tempo, per darle nuovo slancio, vitalità e occupazione. È una sfida personale e politica, non farò mezzo passo indietro rispetto all’interesse di un popolo che mi ha dimostrato un grande attaccamento e fiducia. Il 90% dei funzionari e dipendenti comunali sono persone perbene, per il resto consiglio a qualcuno di trovarsi già un buon avvocato, perchè questa Amministrazione libererà Capaccio Paestum dall’approssimazione e dai delinquenti”.
“A gennaio partiranno delle procedure di licenziamento, andremo fino in fondo – ribadisce Palumbo – i corrotti andranno via dal Comune. Anche le assunzioni saranno riviste: per 60 dipendenti spendiamo 1 milione di euro all’anno, si è mai chiesto come mai? Capaccio Paestum ha una capacità di 160 dipendenti, ne mancano 100: se in passato avessero fatto ciò che dovevano e senza mortificare la dignità dei lavoratori con ricatti continui, oggi saremmo in una direzione diversa. Con concorsi e procedure trasparenti, senza raccomandazioni ed amicizie, in 5 anni assumeremo almeno 50 dipendenti, la maggior parte giovani che valgono e che rappresenteranno la nuova classe dirigente”.Parole probabilmente dettate dal voler accontentare l’opinione pubblica autrice di averlo portato al comune e nel bilancio di fine anno non ha potuto dare nessuna risposta visto l’immobilismo e se ne è uscito con questa reprimenda totale gettando di fatto il comune dalla torre.Un arrampicata sugli specchi di Palumbo molto pericolosa doverosa di un seguito totale e cioè subito arricchita di denunce alla procura della Repubblica facendo nomi e cognomi  altrimenti Palumbo rischia di finire sotto processo per diffamazione e calunnia e in città c’è  già chi vuole portare le parole del sindaco al vaglio della magistratura.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.