POLITICA

CAPACCIO PAESTUM,PRESO IN MEZZO ALLA STRADA DAL SINDACO ITALO VOZA FATTO ASSESSORE SI E’ TRASFORMATO NEL PIU’ PERFIDO DEI TRADITORI.FRANCO SICA SI RILANCIA

Mai fare del bene alla gente anche se per un medico il giuramento di Hippocrate va al di la dei rapporti.Italo Voza ha commesso un errore che ha pagato a caro prezzo.Ha preso in mezzo alla strada,sul vero senso della parola,un incompetente e lo ha messo a fare l’assessore senza nessun voto e senza nessun presupposto logico.Ha creato politicamente un mostro.Franco Sica non sapendo fare nulla e non conoscendo minimamente il lavoro di assessore(nel sua vita professionale sarà anche uno scienziato nessuno lo mette in dubbio) invece di dare una mano al sindaco ha pensato di fare la campagna elettorale pensando alla sua candidatura a sindaco.Un atto di una viltà assoluta che dimostra cos’è questa persona dalla faccia apparentemente buona ma con un “cazzimma”esagerata da bersi la bontà di Italo Voza in un solo bicchiere d’acqua.


A fianco di Italo Voza era tenuto in grande considerazione. È stato una serpe in seno.Finita la legislatura come era da tempo pianificato si è candidato a sindaco e la sua campagna elettorale in parte è stata anche contro Palumbo con filmato in cui accusa lo stesso Palumbo di malafede evidenziando in un filmato le azioni dell’ex sindaco di Giungano in special modo sulla ( legge 221 in sostituzione della 220).

Non essendo arrivato al ballottaggio Sica indirizza i suoi verso l’appoggio a Palumbo e lo aiuta ad essere sindaco.Il riconoscimento è stato di assumere subito la carica di assessore e questa volta sveste i panni di traditori e mette quelli di fedelissimo fino all’ultimo. Il tutto a favore di un sindaco che ha chiuso la piscina comunale per problemi di scarso rilievo che potevano essere riparati subito,;chi non ha a casa propria un climatizzatore che non va, un bagno che perde o una finestra che non chiude, non per questo cambia casa. Chiude le nuova sede comunale, due campi sportivi, riempie il comune di deficit non ottenendo i fondi della regione per il “linora village” e tanti altri disastri.E qui che Franco Sica rimette i panni del traditore perchè per la poltrona tradisce la città di Capaccio Paestum difendendo l’indifendibile per difendere la sua poltrona.

La gente si è messa a ridere quando ha chiuso la conferenza stampa tenuta in un’aula comunale (e non si poteva fare li perché non era più sindaco) di Palumbo con singhiozzi e lacrime per la caduta del suo sindaco ma forse,e chi lo conosce bene lo sa,perchè sapendo di essere un incompetente ha perso una grande occasione per rimanere al comune.Ora chi tradirà ancora per un posto al municipio?Questa volta sarà più difficile che qualcuno gli riponga fiducia visto quale etichetta ha avuto nella sua città,quella di traditore.Sergio Vessicchio

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.